Lavoro in montagna: cosa sapere e figure professionali

Ti piacerebbe trovare un lavoro in montagna e guadagnare qualcosa stando a stretto contatto con la natura? Di certo sembra una proposta più allettante e meno noiosa rispetto ad un comune impiego in ufficio, dietro ad una scrivania immerso tra i documenti più disparati. Lavorare a contatto con la natura permette di rigenerare lo spirito, conoscere tanta gente e imparare nuove cose. Inoltre, lavorare in montagna offre tante occasioni di lavoro e i settori presso cui impiegarsi sono tanti. State pensando di trovare un’occupazione in montagna in maniera stagionale o a tempo indeterminato? Scopriamo insieme quali idee potrebbero essere utili per realizzare il tuo sogno.

Non perdere: Ecologia: i lavori che fanno bene alla natura

Guardia forestale

La guardia forestale si occupa di sorvegliare Parchi e Riserve Naturali con lo scopo di intervenire nei casi di incendio, inquinamento, costruzioni abusive e tutte le azioni umane che minaccino la natura. Per diventare guardia forestale occorre superare un concorso pubblico che ti permetterà di far parte della Guardia Forestale dello Stato.

Lavorare in un agriturismo

Ci sono tantissimi agriturismi in montagna, meta ogni anno di tantissimi clienti. Puoi quindi inviare la tua candidatura presso gli agriturismi e i ristoranti che si trovano in montagna e magari recarti personalmente, se è possibile.

Aprire un negozio

Potresti provare ad aprire un negozietto in una meta turistica montana: ti suggeriamo souvenir, prodotti tipici, attrezzature e abbigliamento sportivo.

Aprire un centro benessere

Se hai la possibilità, puoi aprire un centro benessere: si tratta di una struttura molto in voga negli ultimi anni, soprattutto per chi si reca in montagna per sciare e ha bisogno di qualche ora di relax.

Aprire un rifugio

Il rifugio è un’attività richiesta durante tutto l’anno, in inverno da turisti e sciatori, in estate da famiglie e da chi vuole prendersi qualche giorno di relax. E’ possibile prendere in affitto i rifugi dalle associazioni alpine o acquistarli. Per aprire un rifugio occorre documentarsi bene sulle regole regionali e rispettare le norme igienico-sanitarie. Occorre poi iscriversi alla camera di commercio e richiedere l’autorizzazione, superare le verifiche dei  vigili del fuoco e aprire una posizione Inps e Inail. Per somministrare cibi e bevande bisogna frequentare il corso HACCP. Per i prezzi bisogna rispettare le tariffe base stabilite dal Cai.

Scopri anche: