Premi Oscar 2022: nomination, candidati e vincitori

La premiazione degli Oscar 2022 andrà in scena il 27 marzo al Dolby Theatre di Los Angeles con una cerimonia presentata da Regina Hall, Amy Schumer e Wanda Sykes. Per accedere al teatro è richiesto il vaccino a nominati e ospiti, ma non agli artisti che si performeranno e nemmeno ai conduttori: come riporta il magazine statunitense Variety il vaccino è richiesto “per la maggior parte, ma non per tutti, presso il Dolby Theatre”.

Leggi anche:

Miglior film

  • Belfast
  • CODA
  • Don’t Look Up
  • Drive My Car
  • Dune
  • King Richard
  • Licorice Pizza
  • Nightmare Alley
  • Il potere del cane
  • West Side Story

Miglior attore protagonista

  • Javier Bardem (Being the Ricardos)
  • Benedict Cumberbatch (Il potere del cane)
  • Andrew Garfield (Tick, Tick… Boom!)
  • Will Smith (King Richard)
  • Denzel Washington (The Tragedy of Macbeth)

Miglior attrice protagonista

  • Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye)
  • Olivia Colman (La figlia oscura)
  • Penelope Cruz (Parallel Mothers)
  • Nicole Kidman (Being the Ricardos)
  • Kristen Stewart (Spencer)

Miglior attore non protagonista

  • Ciarán Hinds (Belfast)
  • Troy Kotsur (CODA)
  • Jesse Plemons (Il potere del cane)
  • J.K. Simmons (Being the Ricardos)
  • Kodi Smit-McPhee (Il potere del cane)

Miglior attrice non protagonista

  • Jessie Buckley (La figlia oscura)
  • Ariana DeBose (West Side Story)
  • Judi Dench (Belfast)
  • Kirsten Dunst (Il potere del cane)
  • Aunjanue Ellis (King Richard)

Miglior regista

  • Kenneth Branagh (Belfast)
  • Ryusuke Hamaguchi (Drive My Car)
  • Paul Thomas Anderson (Licorice Pizza)
  • Jane Campion (Il potere del cane)
  • Steven Spielberg (West Side Story)

Migliore sceneggiatura non originale

  • CODA (Siân Heder)
  • Drive My Car (Ryusuke Hamaguchi e Takamasa Oe)
  • Dune (Jon Spaihts, Denis Villeneuve e Eric Roth)
  • La figlia oscura (Maggie Gyllenhaal)
  • Il potere del cane (Jane Campion)

Migliore sceneggiatura originale

  • Belfast (Kenneth Branagh)
  • Don’t Look Up (Adam McKay e David Sirota)
  • King Richard (Zach Baylin)
  • Licorice Pizza (Paul Thomas Anderson)
  • La persona peggiore del mondo (Eskil Vogt e Joachim Trier)

Miglior documentario

  • Ascension
  • Attica
  • Flee
  • Summer of Soul
  • Writing With Fire

Miglior lungometraggio animato

  • Encanto (Jared Bush, Byron Howard, Yvett Merino e Clark Spencer)
  • Flee (Jonas Poher Rasmussen, Monica Hellström, Signe Byrge Sørensen e Charlotte De La Gournerie)
  • Luca (Enrico Casarosa e Andrea Warren)
  • I Mitchell contro le macchie (Mike Rianda, Phil Lord, Christopher Miller e Kurt Albrecht)
  • Raya e l’ultimo dragone (Don Hall, Carlos López Estrada, Osnat Shurer e Peter Del Vecho)

Miglior lungometraggio internazionale

  • Drive My Car (Giappone)
  • Flee (Danimarca)
  • The Hand of God (Italia)
  • Lunana: A Yak in the Classroom (Bhutan)
  • È stata la mano di Dio (Italia)
  • La persona peggiore del mondo (Norvegia)

Miglior fotografia

  • Dune (Greig Fraser)
  • Nightmare Alley (Dan Laustsen)
  • Il potere del cane (Ari Wegner)
  • The Tragedy of Macbeth (Bruno Delbonnel)
  • West Side Story (Janusz Kaminski)

Miglior montaggio

  • Don’t Look Up (Hank Corwin)
  • Dune (Joe Walker)
  • King Richard (Pamela Martin)
  • Il potere del cane (Peter Sciberras)
  • Tick, Tick…Boom! (Myron Kerstein e Andrew Weisblum)

Miglior cortometraggio

  • Ala Kachuu – Take and Run (Maria Brendle e Nadine Lüchinger)
  • The Dress (Tadeusz Łysiak e Maciej Ślesicki)
  • The Long Goodbye (Aneil Karia e Riz Ahmed)
  • On My Mind (Martin Strange-Hansen e Kim Magnusson)
  • Please Hold (K.D. Dávila eLevin Menekse)

Miglior corto animato

  • Affairs of the Art (Joanna Quinn e Les Mills)
  • Bestia (Hugo Covarrubias e Tevo Díaz)
  • Boxballet (Anton Dyakov)
  • Robin Robin (Dan Ojari e Mikey Please)
  • The Windshield Wiper (Alberto Mielgo e Leo Sanchez)

Miglior corto documentario

  • Audible
  • Lead Me Home
  • The Queen of Basketball
  • Three Songs of Benazir
  • When We Were Bullies

Migliore colonna sonora originale

  • Don’t Look Up (Nicholas Britell)
  • Dune (Hans Zimmer)
  • Encanto (Germaine Franco)
  • Parallel Mothers (Alberto Iglesias)
  • Il potere del cane (Jonny Greenwood)

Miglior brano originale

  • “Be Alive” da King Richard (musica e testo di DIXSON e Beyoncé Knowles-Carter)
  • “Dos Oruguitas” da Encanto (musica e testo di Lin-Manuel Miranda)
  • “Down To Joy” da Belfast (musica e testo di Van Morrison)
  • “No Time To Die” da No Time to Die (musica e testo di Billie Eilish e Finneas O’Connell)
  • “Somehow You Do” da Quattro buone giornate (musica e testo di Diane Warren)

Migliore scenografia

  • Dune (Patrice Vermette e Zsuzsanna Sipos)
  • Nightmare Alley (Tamara Deverell e Shane Vieau)
  • Il potere del cane (Grant Major e Amber Richards)
  • The Tragedy of Macbeth (Stefan Dechant e Nancy Haigh)
  • West Side Story (Adam Stockhausen e Rena DeAngelo)

Migliori costumi

  • Crudelia (Jenny Beavan)
  • Cyrano (Massimo Cantini Parrini e Jacqueline Durran)
  • Dune (Jacqueline West e Robert Morgan)
  • Nightmare Alley Luis Sequeira)
  • West Side Story (Paul Tazewell)

Miglior trucco e acconciatura

  • Il principe cerca figlio (Mike Marino, Stacey Morris e Carla Farmer)
  • Crudelia (Nadia Stacey, Naomi Donne e Julia Vernon)
  • Dune (Donald Mowat, Love Larson e Eva Von Bahr)
  • Gli occhi di Tammy Faye (Linda Dowds, Stephanie Ingram e Justin Raleigh)
  • House of Gucci (Goran Lundstrom, Anna Carin Lock e Frederic Aspiras)

Miglior sonoro

  • Belfast (Denise Yarde, Simon Chase, James Mather e Niv Adiri)
  • Dune (Mac Ruth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill e Ron Bartlett)
  • No Time to Die (Simon Hayes, Oliver Tarney, James Harrison, Paul Massey e Mark Taylor)
  • Il potere del cane (Richard Flynn, Robert Mackenzie e Tara Webb)
  • West Side Story (Tod A. Maitland, Gary Rydstrom, Brian Chumney, Andy Nelson e Shawn Murphy)

Migliori effetti speciali

  • Dune (Paul Lambert, Tristan Myles, Brian Connor e Gerd Nefzer)
  • Free Guy (Swen Gillberg, Bryan Grill, Nikos Kalaitzidis e Dan Sudick)
  • No Time to Die (Charlie Noble, Joel Green, Jonathan Fawkner e Chris Corbould)
  • Shang-Chi e la leggenda dei cinque anelli (Christopher Townsend, Joe Farrell, Sean Noel Walker e Dan Oliver)
  • Spider-Man: No Way Home (Kelly Port, Chris Waegner, Scott Edelstein e Dan Sudick)

Ecco l’elenco completo di tutti i vincitori degli Oscar 2022:

  • Miglior film: I Segni del Cuore (CODA)
  • Miglior attore protagonista: Will Smith – Una famiglia vincente – King Richard (King Richard)
  • Miglior attrice protagonista: Jessica Chastain – Gli occhi di Tammy Faye (The Eyes of Tammy Faye)
  • Miglior regia: Jane Campion – Il potere del cane (The Power of the Dog)
  • Miglior attore non protagonista: Troy Kotsur – I segni del cuore (CODA)
  • Miglior attrice non protagonista: Ariana DeBose – West Side Story
  • Miglior sceneggiatura originale: Kenneth Branagh – Belfast
  • Miglior sceneggiatura non originale: Sian Heder – I segni del cuore (CODA)
  • Miglior film internazionale: Drive My Car (Doraibu mai kā), regia di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone)
  • Miglior trucco: Linda Dowds, Stephanie Ingram e Justin Raleigh – Gli occhi di Tammy Faye (The Eyes of Tammy Faye)
  • Migliori costumi: Jenny Beavan – Crudelia (Cruella)
  • Miglior sonoro: Mac Ruth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill, Ron Bartlett – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior film d’animazione: Encanto, regia di Byron Howard e Jared Bush
  • Miglior documentario: Summer of Soul (…Or, When the Revolution Could Not Be Televised), regia di Questlove, Joseph Patel, Robert Fyvolent e David Dinerstein
  • Migliori effetti speciali:Paul Lambert, Tristen Myles, Brian Connor e Gerd Nefzer – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior scenografia: Patrice Vermette – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior fotografia: Greig Fraser – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior montaggio: Joe Walker – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior colonna sonora: Hans Zimmer – Dune (Dune: Part One)
  • Miglior canzone: No Time To Die (musiche di Billie Eilish; testo di Billie Eilish e Finneas O’Connell) – No Time to Die
  • Miglior cortometraggio: The Long Goodbye, regia di Aneil Karia e Riz Ahmed
  • Miglior corto documentario: The Queen of Basketball, regia di Ben Proudfoot
  • Miglior corto d’animazione: The Windshield Wiper, regia di Alberto Mielgo e Leo Sanchez

Premi Oscar 2021: i vincitori

Nomadland ha vinto come miglior film e miglior regia, Frances McDormand e Anthony Hopkins come migliore attrice e migliore attore protagonista: ecco cos’è successo alla cerimonia di premiazione degli Oscar 2021 che si è svolta nella notte tra domenica 25 e lunedì 26 aprile. Scorrendo l’articolo troverete tutte le informazioni sugli Oscar 2021 (compresi i vincitori!)

  • MIGLIOR FILM
    The Father
    Judas and the Black Messiah
    Mank
    Minari
    Nomadland
    Promising Young Woman
    Sound of Metal
    Il processo ai Chicago 7

 

  • MIGLIORE REGIA
    Thomas Vinterberg per ‘Another Round’
    David Fincher per ‘Mank’
    Lee Isaac Chung per ‘Minari’
    Chloé Zhao per ‘Nomadland’
    Emerald Fennell per ‘Promising Young Woman’

 

  • MIGLIORE ATTORE
    Riz Ahmed per ‘Sound of Metal’
    Chadwick Boseman per ‘Ma Rainey’s Black Bottom’
    Anthony Hopkins per ‘The Father’
    Gary Oldman per ‘Mank’
    Steven Yeun per ‘Minari’

 

  • MIGLIORE ATTRICE
    Andra Day per ‘The United States vs. Billie Holiday’
    Carey Mulligan per ‘Promising Young Woman’
    Frances McDormand per ‘Nomadland’
    Vanessa Kirby per ‘Pieces of a Woman’
    Viola Davis per ‘Ma Rainey’s Black Bottom’

 

  • MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
    Sacha Baron Cohen per ‘Il processo ai Chicago 7’
    Daniel Kaluuya per ‘Judas and the Black Messiah’
    LaKeith Stanfield per ‘Judas and the Black Messiah’
    Leslie Odom Jr. per ‘One Night in Miami…’
    Paul Raci per ‘Sound of Metal’

 

  • MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
    Maria Bakalova per ‘Borat – Seguito di film cinema’
    Glenn Close per ‘Elegia americana’
    Olivia Colman per ‘The Father’
    Amanda Seyfried per ‘Mank’
    Youn Yuh-jung per ‘Minari’

 

  • MIGLIORE FILM D’ANIMAZIONE
    Onward – Oltre la magia
    Over the Moon – Il fantastico mondo di Lunaria
    Shaun, Vita da Pecora: Farmageddon – Il Film
    Soul
    Wolfwalkers – Il popolo dei lupi

 

  • MIGLIORE FILM INTERNAZIONALE
    Another Round
    Better Days
    Collective
    Quo Vadis, Aida?
    The Man Who Sold His Skin

 

  • MIGLIORE FOTOGRAFIA
    Judas and the Black Messiah
    Mank
    Notizie dal mondo
    Nomadland
    Il processo ai Chicago 7

 

  • MIGLIORE SCENOGRAFIA
    The Father
    Ma Rainey’s Black Bottom
    Mank
    Notizie dal mondo
    Tenet

 

  • MIGLIORI COSTUMI
    Emma
    Ma Rainey’s Black Bottom
    Mank
    Mulan
    Pinocchio

 

  • MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
    Judas and the Black Messiah
    Minari
    Promising Young Woman
    Sound of Metal
    Il processi ai Chicago 7

 

  • MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
    Borat – Seguito di film cinema
    The Father
    Nomadland
    One Night in Miami…
    La tigre bianca

 

  • MIGLIORE DOCUMENTARIO
    Collective
    Crip Camp
    The Mole Agent
    Il mio amico in fondo al mare
    Time

 

  • MIGLIORE CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO
    Colette
    A Concerto is a Conversation
    Do Not Split
    A Love Song for Latasha
    Hunger Wars

 

  • MIGLIORE MONTAGGIO
    The Father
    Nomadland
    Promising Young Woman
    Sound of Metal
    Il processo ai Chicago 7

 

  • MIGLIORE TRUCCO E PARRUCCO
    Emma.
    Elegia americana
    Ma Rainey’s Black Bottom
    Mank
    Pinocchio

 

  • MIGLIORE COLONNA SONORA
    Da 5 Bloods
    Mank
    Minari
    Notizie dal mondo
    Soul

 

  • MIGLIORE CANZONE
    ‘Husavik’ da ‘Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga’
    ‘Hear My Voice’ da ‘Il processo ai Chicago 7’
    ‘Fight For You’ da ‘Judas and the Black Messiah’
    ‘Io sì (Seen)’ da ‘La vita davanti a sé’
    ‘Speak Now’ da ‘One Night in Miami…’

 

  • MIGLIORE SONORO
    Greyhound
    Mank
    Notizie dal mondo
    Soul
    Sound of Metal

 

  • MIGLIORI EFFETTI VISIVI
    Love and Monsters
    The Midnight Sky
    Mulan
    The One and only Ivan
    Tenet

 

  • MIGLIORE CORTOMETRAGGIO ANIMATO
    Borrow
    Genius Loci
    If Anything Happens I Love You
    Opera
    Yes-People

 

  • MIGLIORE CORTOMETRAGGIO
    Feeling Through
    The Letter Room
    The Present
    Two Distant Strangers
    White Eye

Oscar 2020: i candidati per ogni categoria e i vincitori

Leggete i nomi delle categorie e dei vincitori immaginando di essere nella platea sentendo annunciare le paroline magiche: The winner is o The Oscar goes to… :

Migliori film:

  1. “Ford v Ferrari”
  2. “The Irishman”
  3. “Jojo Rabbit”
  4. “Joker”
  5. “Little Women”
  6. “Marriage Story”
  7. “1917”
  8. “Once Upon a Time in Hollywood”
  9. “Parasite” si aggiudica la vittoria;

Miglior attore:

  1. Antonio Banderas, “Pain and Glory”
  2. Leonardo DiCaprio, “Once Upon a Time in Hollywood”
  3. Adam Driver, “Marriage Story”
  4. Joaquin Phoenix, “Joker”, magistrale interpretazione degna di un oscar
  5. Jonathan Pryce, “The Two Popes”;

Miglior attrice:

  1. Cynthia Erivo, “Harriet”
  2. Scarlett Johansson, “Marriage Story”
  3. Saoirse Ronan, “Little Women”
  4. Charlize Theron, “Bombshell”
  5. Renee Zellweger, “Judy”, aveva tutte le carte in regola per vincere;

Miglior attore non protagonista:

  1. Tom Hanks, “A Beautiful Day in the Neighborhood”
  2. Anthony Hopkins, “The Two Popes”
  3. Al Pacino, “The Irishman”
  4. Joe Pesci, “The Irishman”
  5. Brad Pitt, “Once Upon a Time in Hollywood”, l’abbraccio con il collega e amico Di Caprio ha reso questa vittoria ancora più dolce;

Migliore attrice non protagonista:

  1. Kathy Bates, “Richard Jewell”
  2. Laura Dern, “Marriage Story”
  3. Scarlett Johansson, “Jojo Rabbit”
  4. Florence Pugh, “Little Women”
  5. Margot Robbie, “Bombshell”;

Miglior regia:

  1. Martin Scorsese, “The Irishman”
  2. Todd Phillips, “Joker”
  3. Sam Mendes, “1917”
  4. Quentin Tarantino, “Once Upon a Time in Hollywood”
  5. Bong Joon Ho, “Parasite”;

Miglior film d’animazione:

  1. “How to Train Your Dragon: The Hidden World,” Dean DeBlois
  2. “I Lost My Body,” Jeremy Clapin
  3. “Klaus,” Sergio Pablos
  4. “Missing Link,” Chris Butler
  5. “Toy Story 4,” Josh Cooley;

Miglior corto d’animazione:

  1. “Dcera,” Daria Kashcheeva
  2. “Hair Love,” Matthew A. Cherry
  3. “Kitbull,” Rosana Sullivan
  4. “Memorable,” Bruno Collet
  5. “Sister,” Siqi Song;

Sceneggiatura non originale:

  1. “The Irishman,” Steven Zaillian
  2. “Jojo Rabbit,” Taika Waititi
  3. “Joker,” Todd Phillips, Scott Silver
  4. “Little Women,” Greta Gerwig
  5. “The Two Popes,” Anthony McCarten;

Sceneggiatura originale: 

  1. “Knives Out,” Rian Johnson
  2. “Marriage Story,” Noah Baumbach
  3. “1917,” Sam Mendes and Krysty Wilson-Cairns
  4. “Once Upon a Time in Hollywood,” Quentin Tarantino
  5. “Parasite,” Bong Joon ho, Jin Won Han;

Miglior fotografia:

  1. “The Irishman,” Rodrigo Prieto
  2. “Joker,” Lawrence Sher
  3. “The Lighthouse,” Jarin Blaschke
  4. “1917,” Roger Deakins
  5. “Once Upon a Time in Hollywood,” Robert Richardson;

Miglior documentario:

  1. “American Factory,” Julia Rieichert, Steven Bognar
  2. “The Cave,” Feras Fayyad
  3. “The Edge of Democracy,” Petra Costa
  4. “For Sama,” Waad Al-Kateab, Edward Watts
  5. “Honeyland,” Tamara Kotevska, Ljubo Stefanov;

Miglior corto documentario:

  1. “In the Absence,” Yi Seung-Jun and Gary Byung-Seok Kam
  2. “Learning to Skateboard in a Warzone,” Carol Dysinger
  3. “Life Overtakes Me,” Kristine Samuelson and John Haptas
  4. “St. Louis Superman,” Smriti Mundhra and Sami Khan
  5. “Walk Run Cha-Cha,” Laura Nix;

Miglior corto live action:

  1. “Brotherhood,” Meryam Joobeur
  2. “Nefta Football Club,” Yves Piat
  3. “The Neighbors’ Window,” Marshall Curry
  4. “Saria,” Bryan Buckley
  5. “A Sister,” Delphine Girard;

Miglior film internazionale:

  1. “Corpus Christi,” Jan Komasa
  2. “Honeyland,” Tamara Kotevska, Ljubo Stefanov
  3. “Les Miserables,” Ladj Ly
  4. “Pain and Glory,” Pedro Almodovar
  5. “Parasite,” Bong Joon Ho;

Montaggio:

  1. “Ford v Ferrari,” Michael McCusker, Andrew Buckland
  2. “The Irishman,” Thelma Schoonmaker
  3. “Jojo Rabbit,” Tom Eagles
  4. “Joker,” Jeff Groth
  5. “Parasite,” Jinmo Yang;

Sound editing:

  1. “Ford v Ferrari,” Don Sylvester
  2. “Joker,” Alan Robert Murray
  3. “1917,” Oliver Tarney, Rachel Tate
  4. “Once Upon a Time in Hollywood,” Wylie Stateman
  5. “Star Wars: The Rise of SkyWalker,” Matthew Wood, David Acord;

Miglior sonoro:

  1. “Ad Astra”
  2. “Ford v Ferrari”
  3. “Joker”
  4. “1917”
  5. “Once Upon a Time in Hollywood”;

Production Design:

  1. “The Irishman,” Bob Shaw and Regina Graves
  2. “Jojo Rabbit,” Ra Vincent and Nora Sopkova
  3. “1917,” Dennis Gassner and Lee Sandales
  4. “Once Upon a Time in Hollywood,” Barbara Ling and Nancy Haigh
  5. “Parasite,” Lee Ha-Jun and Cho Won Woo, Han Ga Ram, and Cho Hee;

Colonna Sonora:

  1. “Joker,” Hildur Guðnadóttir
  2. “Little Women,” Alexandre Desplat
  3. “Marriage Story,” Randy Newman
  4. “1917,” Thomas Newman
  5. “Star Wars: The Rise of Skywalker,” John Williams;

Canzone originale:

  1. “I Can’t Let You Throw Yourself Away,” “Toy Story 4”
  2. “I’m Gonna Love Me Again,” “Rocketman”
  3. “I’m Standing With You,” “Breakthrough”
  4. “Into the Unknown,” “Frozen 2”
  5. “Stand Up,” “Harriet”;

Trucco e acconciature:

  1. “Bombshell”
  2. “Joker”
  3. “Judy”
  4. “Maleficent: Mistress of Evil”
  5. “1917”;

Costume Design:

  1. ”The Irishman,” Sandy Powell, Christopher Peterson
  2. “Jojo Rabbit,” Mayes C. Rubeo
  3. “Joker,” Mark Bridges
  4. “Little Women,” Jacqueline Durran
  5. “Once Upon a Time in Hollywood,” Arianne Phillips;

Effetti Speciali:

  1. “Avengers Endgame”
  2. “The Irishman”
  3. “1917”
  4. “The Lion King”
  5. “Star Wars: The Rise of Skywalker”.

Oscar 2019, i candidati per ogni categoria e i vincitori

Come abbiamo già anticipato, gli Oscar 2019 hanno premiato ciò che il cinema ci ha offerto nel 2018, suddiviso in 24 categorie. Il 22 gennaio sono state annunciate le candidature, eccole qui (in grassetto i vincitori):

Oscar 2019, miglior film

A Star is Born
BlacKkKlansman
Black Panther
Bohemian Rhapsody
La favorita
Green Book
Roma
Vice

Miglior film straniero

Germania, Never Look Away
Giappone, Shoplifters
Libano, Capernaum
Messico, Roma
Polonia, Cold War

Miglior film d’animazione

Gli Incredibili 2
Isola dei Cani
Mirai
Ralph Spacca Internet
Spider-Man: Into the Spider-Verse

Migliore attore protagonista

Bradley Cooper, A Star Is Born
Christian Bale, Vice
Rami Malek, Bohemian Rhapsody
Viggo Mortensen, Green Book
Willem Dafoe, Sulla soglia dell’eternità

Migliore attrice protagonista

Glenn Close, The Wife
Lady Gaga, A Star Is Born
Melissa McCarthy, Can You Ever Forgive Me?
Olivia Colman, La favorita
Yalitza Aparicio, Roma

Oscar 2019, migliore regia

Adam McKay, Vice
Alfonso Cuarón, Roma
Pawel Pawlikowski, Cold War
Spike Lee, BlacKkKlansman
Yorgos Lanthimos, La favorita

Migliore attrice non protagonista

Amy Adams, Vice
Emma Stone, La favorita
Regina King, Se la strada potesse parlare
Rachel Weisz, La favorita
Marina de Tavira, Roma

Migliore attore non protagonista

Adam Driver, BlacKkKlansman
Mahershala Ali, Green Book
Richard E. Grant, Can You Ever Forgive Me?
Sam Elliott, A Star Is Born
Sam Rockwell, Vice

Migliore fotografia

Cold War
La favorita
Never look away
Roma
A Star is Born

Migliore sceneggiatura originale

First Reformed
Green Book
La favorita
Roma
Vice

Migliore sceneggiatura non originale

Spike Lee, BlacKkKlansman
Joel e Ethan Coen, La ballata di Buster Scruggs
Nicole Holofcener e Jeff Witty, Can you ever forgive me?
Barry Jenkins, Se la strada potesse parlare
Eric Roth, Bradley Cooper, Will Fetters, A Star is born

Migliore scenografia

Black Panther
La favorita
First Man
Il ritorno di Mary Poppins
Roma

Miglior montaggio

BlacKkKlansman
Bohemian Rhapsody
Green Book
La favorita
Vice

Miglior canzone

“All The Stars”, Black Panther
“I’ll Fight”, RBG
“Shallow”, A Star is Born
“The Place Where Lost Things Go”, Il ritorno di Mary Poppins
“When A Cowboy Trades His Spurs For Wings”, La ballata di Buster Scruggs

Migliore colonna sonora

Black Panther
BlacKkKlansman
Se la strada potesse parlare
L’isola dei cani
Il ritorno di Mary Poppins

Miglior sonoro

Black Panther
Bohemian Rhapsody
First Man
A quiet place
Roma

Migliori effetti speciali

Avengers: Infinity War
Cristopher Robin
First Man
Ready Player One
Solo: A Star Wars Story

Miglior montaggio sonoro

Black Panther
A Star is Born
Bohemian Rhapsody
First Man
Roma

Miglior trucco e acconciatura

Border
Maria Regina di Scozia
Vice

Migliori costumi

La ballata di Buster Scruggs
Black Panther
La Favorita
Il ritorno di Mary Poppins
Maria Regina di Scozia

Miglior cortometraggio

Detainment
Fauve
Mother
Marguerite
Skin

Miglior documentario

Free Solo
Hale County this morning, this evening
Minding the gap
Of fathers and sons
RBG

Miglior documentario cortometraggio

Black Sheep
End Game
Lifeboat
A night at the garden
Period. End of sentence

Miglior cortometraggio d’animazione

Animal Behaviour
Bao
Late Afternoon
One small step
Weekends

Scopri anche: