La Bibbia: chi l’ha scritta, quando e in che lingua

Il testo sacro della Bibbia  appartiene alla religione cristiana e a quella ebraica. E’ composta da libri diversi tra loro per origine, genere, composizione, lingua, datazione e stile letterario, scritti in un ampio lasso di tempo, e preceduti da una tradizione orale che, ancora oggi, è difficile da quantificare e identificare.  Il Cristianesimo ha diviso la Bibbia in Antico Testamento e Nuovo Testamento; l’Antico Testamento è stato scritto prima dell’avvento di Gesù, il Vecchio, invece, descrive l’avvento del Messia. Scopriamo nel dettaglio quali sono stati gli autori, la datazione e la lingua. 

Leggi anche: Libri della Bibbia: quanti sono, divisione, ordine 

Chi ha scritto la Bibbia: gli autori

La stesura dei testi di cui è composta è stata attribuita a 40 uomini circa. I riferimenti, nei libri nella Bibbia, che indicano esplicitamente i nomi degli autori sono molto pochi, tuttavia possiamo citarne qualcuno: Isaia, Mosè, Luca, Giovanni, Matteo e Paolo. Nonostante sia stata scritta da persone provenienti da Paesi diversi, la Bibbia mostra continuità, non ci sono errori o gravi incoerenze storico-temporali tra i vari testi. Gli studiosi e teologi biblici concordano sul fatto che i testi possano essere attribuiti a determinati autori in maniera approssimativa ma non esistono, oggi, prove definitive a confermare queste teorie.

La Bibbia: la datazione in cui è stata scritta

La Bibbia è stata scritta nell’arco di circa 1500 anni e, ancora oggi, ci si interroga sulla datazione esatta. Secondo quanto emerso negli anni dalla critica biblica, le varie opere della Bibbia hanno datazioni diverse e si sta cercando di approfondirle tutte. Alcuni Salmi e certi libri profetici, o parti di essi, risalirebbero all’età monarchica; la redazione finale del Pentateuco pare sia stata fatta in età tardiva, in particolare nell’età post-esilica e infine i due libri delle Cronache pare siano datate nell’età post-esilica. Le discussioni che riguardano la Bibbia sembrano non arrivare mai ad una conclusione in quanto diventa, e ridiventa, spesso oggetto di studio.

La Bibbia: in quale lingua è stata scritta?

L’ultima domanda a cui sentiamo di dover rispondere riguarda la lingua in cui è stata scritta la Bibbia. La questione si complica a causa dei diversi autori che pare abbiano contribuito alla stesura finale. La maggior parte dei libri dell’Antico Testamento sono stati scritti in ebraico, la lingua del popolo d’Israele; dal IV secolo a.C. si diffuse maggiormente la lingua aramaica e alcune parti dell’antico testamento vennero scritte in questa lingua. Tra il 300 e il 100 a.C. le Scritture vennero tradotte in greco e il Nuovo Testamento fu scritto in questa lingua.

Potrebbe interessarti: La Bibbia scritta con le emoji