Educazione civica: programma

Solo qualche settimana fa si parlava dell’introduzione di domande di educazione civica all’esame di maturità, nello specifico al colloquio orale. Rispetto agli anni passati nell’incubo di tutti gli studenti del quinto anno dovrebbero esserci anche delle domande di Cittadinanza e di Costituzione. Si tratta di un argomento che non va affatto sottovalutato, visto che non viene affrontato con il giusto approfondimento nel corso dell’anno scolastico. Nelle scuole superiori, infatti, la Costituzione non ha trovato mai un ruolo preciso. Almeno fino ad oggi. Arrivano delle novità in merito.

Educazione civica: programma, cosa si studia, ore obbligatorie

Educazione civica: ore obbligatorie

Il Ministro Bussetti sta lavorando a una proposta di legge che verrà presentata alla Camera a gennaio 2019: il progetto prevede l’insegnamento dell’eduzione civica sin dalla scuola di infanzia con alcuni progetti, per poi diventare obbligatoria dalla scuola primaria con 33 ore all’anno obbligatorie. Non solo. È previsto anche un test di valutazione dal terzo anno della scuola primaria e certificazioni alla fine del triennio delle medie e del biennio delle superiori.

Leggi anche:

Educazione civica: cosa si studia

Confermata la presenza di domande di educazione civica sia alla prossima maturità, sia all’esame di terza media per accertare “le conoscenze e le competenze maturate nell’ambito delle attività di Cittadinanza e Costituzione”. “Dobbiamo insegnare agli studenti i valori della legalità, del rispetto della legge e delle regole”, ha dichiarato il Ministro, che ha presentato la proposta di legge in una conferenza stampa insieme al Ministro dell’interno Salvini e al Ministro della Famiglia Fontana. Tra le materie di studio troviamo quindi costituzione e legalità, educazione alla cittadinanza digitale (parlando di bullismo e cyberbullismo), educazione all’ambiente e alla salute, infine educazione stradale.