Maturità 2020 e le bocciature: cosa sapere

Gli esami di maturità si stanno svolgendo nelle scuole di tutta Italia anche se quest’anno hanno subito importanti cambiamenti. Ma tutti i futuri maturandi si chiedono sempre se ci possa essere la possibilità di essere bocciati! Si tratta di una domanda, o meglio di un timore, che vivono tutti i ragazzi che in preda al panico da esami si tormentano con questo dubbio. Ora per darvi qualche risposta, e anche qualche parola di conforto, vi chiediamo di rimanere qui e scoprire la risposta ai vostri dubbi.

Maturità 2020: si può essere bocciati?

Quest’anno gli esami di maturità si svolgeranno in una modalità tutta nuova, i maturandi dovranno sostenere solo la prova orale  consisterà nella discussione, di circa 1 ora, partendo da un elaborato che lo studente ha preparato, sulla sua materia di indirizzo, e che deve consegnare al professore prima del giorno dell’incontro. Si sceglie un tema e lo si approfondisce prima nella materia di indirizzo per andare poi a collegarlo nelle altre materie. Riguardo alla bocciatura non vi sono regole o normative in merito, ma sono davvero molto rari i casi in cui si venga bocciati.

Maturità 2020: come affrontarla

Siamo consapevoli che il 2020 verrà ricordato per molti anni per la pandemia, il lockdown, le scuole chiuse, la didattica a distanza e gli esami di maturità. La situazione in cui si sono svolti è surreale, professori a distanza di due metri l’uno dall’altro, le mascherine e nessun compagno fuori o dentro ad assistere. Il momento storico che stiamo vivendo, tuttavia, ci impone di fare in questo modo; gli studenti devono mantenere la calma, esporre il proprio elaborato  in modo chiaro e conciso e cercare di rispondere in modo corretto ad eventuali domande che gli vengono poste.

Leggi anche: