Pasqua e Pasquetta 2021: cosa fare

Quella del 2021 sarà un’altra santa Pasqua da vivere nelle restrizioni. Il divieto di spostamento tra le Regioni è valido fino al 27 marzo ma assieme al prossimo Dpcm, che disciplinerà le misure fino al 6 aprile, Pasqua compresa, potrebbe essere nuovamente prorogato con un decreto. E’ consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione così come gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, ragioni di salute o situazioni di necessità. Permessa in zona gialla in ambito regionale la visita in una sola abitazione privata, una volta al giorno, fra le 5 del mattino e le 22. Ma sapete che potrete andare all’estero?

Leggi anche: Decreto Pasqua 2021: cosa si può fare

Pasqua e Pasquetta 2021: viaggiare per l’estero

Il Ministro della Salute Speranza ha dato il via ai viaggi verso l’estero. Alcuni potrebbero avere da ridire su questa decisione in quanto, come sappiamo, l’Italia è in zona rossa e gli spostamenti tra regioni sono severamente vietati. Sta di fatto che il ministro, per incentivare il turismo e per cercare di tornare alla normalità, ha deciso di concedere questi viaggi con la condizione, insindacabile, che al rientro tutti coloro che sono stati all’estero facciano il tampone e rispettino la quarantena.

Pasqua e Pasquetta 2021 all’estero: la meta più ambita

Il Ministro della salute Speranza ha dato il via ai viaggi all’estero per queste vacanze di Pasqua ad una condizione. ovvero fare il tampone al rientro e rispettare la quarantena. La proposta è stata accolta in modo molto positivo dagli italiani che hanno scelto, per la maggiore, la Spagna come meta per questi pochi giorni di libertà e di pseudo normalità.

Non perderti: