Lele Spedicato: il ricovero in ospedale

Nella mattina di lunedì 17 settembre 2018 Lele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale. Già al suo risveglio il musicista aveva accusato mal di testa e disturbi visivi e dopo essersi alzato dal letto si è accasciato perdendo conoscenza. È stata la moglie Clio Evans, che a breve lo renderà padre (i due si sono sposati lo scorso 26 ottobre), a chiamare l’ambulanza che poi l’ha trasportato d’urgenza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Quando è arrivato al pronto soccorso il chitarrista era già in coma. La successiva Tac alla testa ha evidenziato una emorragia cerebrale profonda che ha indotto i medici ad intervenire chirurgicamente per eseguire un drenaggio. Al momento le condizioni sono gravi.

Lele Spedicato, chi è il chitarrista dei Negramaro

Lele Spedicato: l’arrivo nei Negramaro

Com’è avvenuto poi l’incontro con i Negramaro? In realtà Lele ha avuto modo di conoscere prima di tutti Pupillo (Andrea De Rocco), campionatore della band che ha firmato successi come “Mentre tutto Scorre”, “Solo per te” e “Nuvole e lenzuola”: “Era il 1999, ci incontrammo perché a noi serviva un ragazzo che usasse i campionatori. Eravamo io, Giuliano (Sangiorgi, ndr) ed Ermanno (Carlà, ndr). Ho il ricordo di lui con il suo zainetto sulle spalle e il suo bomberino blu. Fu subito feeling […] Mi fecero sentire uno dei primi successi dei Negramaro ‘Es-senza’. Mi accorsi subito della loro energia e del fatto che il pezzo poteva avere successo”.

Lele Spedicato: il tour

La band sarebbe dovuta andare in tour il prossimo novembre, tuttavia non è chiaro cosa accadrà in base alle condizioni di salute dell’artista. La serie di concerti dovrebbe avere la sua “prova generale” il 15 novembre a Rimini, partirà ufficialmente da Bologna il 17 novembre, per poi fare tappa a Mantova (il 18), Padova (il 20), Conegliano (il 21), Milano (il 23), Torino (il 26) e Roma (il 29) e trasferirsi a dicembre a Caserta (il 2), Acireale (il 5), Reggio Calabria (l’8), Bari (il 10), Eboli (il 13) e Firenze (il 15).