Moai dell’Isola di Pasqua: tutto quello che c’è da sapere

Oggi vogliamo andare a curiosare tra le bellezze e le ricchezze dal mondo per fare luce, insieme, su degli aspetti che ancora non conosciamo. Per esempio: conoscete l‘Isola di Pasqua? Sapete che la sua caratteristica principale è caratterizzata dalla presenza delle statue di Moai? Probabilmente avrete visto, anche se di sfuggita, qualche immagine di queste statue sul web e vi sarete chiesti cosa rappresentano e cosa sono; bene, oggi è proprio a queste vostre curiosità che vogliamo dare delle risposte perché ci piace conoscere, siamo curiosi e desiderosi di arricchire sempre più, e nei limiti delle nostre possibilità, il nostro bagaglio di conoscenze. Non perdiamo altro tempo allora, voliamo all’Isola di Pasqua e scopriamo tutto su queste statue.

Leggi anche:

Statue Moai Isola di Pasqua: significato

Sull’Isola di Pasqua, in Cile, ci sono circa 887 Moai che, usando la fantasia, possiamo immaginare siano lì per sorvegliarla; si tratta di gigantesche statue che presentano anche un busto, seppur stilizzato, che ha il compito di sorreggere il capo. Fino a qualche anno fa si credeva che queste statue fossero composte solo dal capo, invece studi archeologici hanno dimostrato che sono composti anche dal busto e che, addirittura, il più alto, dal nome Paro, si erge per 10 metri dal suolo. Pensate che queste statue sono alte dieci metri e arrivano a pesare anche 80 tonnellate, gli antichi erano davvero molto abili se guardiamo a quello che sono riusciti a creare e a lasciare, per tanti anni, come eredità all’umanità. Il territorio che occupa l’isola è ricoperto da quattro vulcani ed è per questo motivo che si tratta di un’isola selvaggia, in cui si trovano pochi animali come le pecore, i cavalli, le mucche e i maiali.

Moai dell’Isola di Pasqua: cosa rappresentano

Dietro la presenza di queste statue sull’isola si nasconde un profondo velo di mistero e, soprattutto, esistono diverse teorie su cosa rappresentino. Ve ne sono alcune secondo cui queste statue sono la rappresentazione di alcuni sovrani, altre ancora ne vedono la raffigurazione di simulacri di divinità in quanto porterebbero benessere e prosperità nelle direzioni in cui hanno lo sguardo rivolto. Le altre due teorie, ugualmente accreditate, vogliono che queste statue rappresentino delle offerte agli dei oppure che si tratti della rappresentazione di capoclan o idoli messi lì con il solo obiettivo di spaventare eventuali attacchi nemici.

Potrebbe interessarti anche: