Altezza delle persone: la media in Italia

Per altezza corporea intendiamo la misura che intercorre in verso verticale tra la sommità del capo e la pianta dei piedi di una persona. Di solito è superiore negli uomini rispetto alle donne e si differenza per una serie di fattori diversi, alcuni biologici ed altri geografici. Per quanto riguarda l’Italia, la statura media è di 175 cm per i maschi e 162.5 cm per le femmine. Secondo le ultime ricerche, negli ultimi anni è stato rilevato un leggero incremento dell’altezza del corpo nei gruppi di età tra 18-35 anni, mentre una marcata diminuzione si osserva tra 36-75 anni. Anche per quanto riguarda lo stesso territorio italiano si riscontrano differenze di statura secondo le regioni di appartenenza degli individui: ad influenzare tali cambiamenti sono vari fattori come il tipo di alimentazione, le condizioni igieniche, le malattie e la tipologia di attività fisica. Attualmente i soggetti più alti sono quelli che vivono nelle regioni del Nord e del Centro Italia, con un leggero incremento da Ovest a Est, mentre la misura diminuisce nel Sud Italia.

Altezza delle persone: la media in Europa

In media l’altezza degli individui che vivono in Europa e nel Nord America è superiore rispetto a quella di chi vive negli altri continenti. Nello specifico dall’inizio del Novecento c’è stato un incremento medio di 3–5 cm in gran parte dei Paesi europei dovuto allo sviluppo economico e alle migliori condizioni di vita. In media le altezze nelle varie aree geografiche del nostro continente sono le seguenti:

  • Europa settentrionale (Scandinavia) = 179,7 cm (U); 166 cm (D)
  • Europa nord-orientale (Russia) = 178 cm (U); 166 cm (D)
  • Europa centro-atlantica = 179 cm (U); 166 cm (D)
  • Europa meridionale = 177,8 cm (U); 165 cm (D)
  • Alpi Dinariche = 183 cm (U); 172 cm (D).

Altezza delle persone: le persone fuori norma

Esistono delle deformazioni molto rare legate all’altezza degli individui e che hanno cause diverse, molte volte genetiche. Si tratta da un lato del gigantismo che colpisce le persone che superano i 200 cm, superando così del 20% la statura standard di 165 cm; dall’altro invece c’è il nanismo che caratterizza le persone che non arrivano ai 135 cm, il 20% in meno rispetto alla statura standard. Al momento l’uomo più alto del mondo è il turco 32enne Sultan Kösen, con 251 cm, mentre il più basso è il nepalese Chandra Bahadur Dangi, 75 anni e 54.6 cm d’altezza.