WhatsApp: la nuova funzione contro lo spam

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea usata ormai da chiunque. Spesso, però, capita di ricevere messaggi fastidiosi, partendo dalle fake news e passando per avvisi pubblicitari palesemente fasulli, per non parlare delle asfissianti catene di Sant’Antonio. Per bloccare questa tipologia di contenuti, che spaziano da testi a foto o video, l’azienda che regola l’applicazione ha trovato una soluzione contrassegnando i messaggi incriminati con l’etichetta “inoltrato”. In questo modo si potrà capire immediatamente che si tratta di contenuti non inviati da altri utenti registrati tra i propri contatti, ma di messaggi fastidiosi che circolano su WhatsApp e che il più delle volte non sono per niente graditi.

WhatsApp: come funziona l’etichetta “inoltrato”

Tutti i messaggi ricevuti su WhatsApp sono contrassegnati da una doppia spunta, blu o grigia secondo l’impostazione che decide di applicare l’utente. Il nuovo escamotage creato dall’applicazione consiste nell’aggiungere l’etichetta “inoltrato” al di sopra del messaggio che rientra nello spam, che si tratti di testi, di immagini o di video. L’etichetta sarà accompagnata da una freccia verso destra e non potrà essere assolutamente nascosta o disattivata dagli utenti. A quel punto si potrà decidere se cancellare semplicemente il messaggio indesiderato o bloccare il contatto da cui sono stati inviati. Purtroppo per adesso questa funzione aggiuntiva funziona solo in una versione beta, quindi non definitiva, dell’applicazione per i dispositivi Android ma molto presto potrebbe essere estesa a tutte le tipologie di versioni.