Cos’è Pinterest e come si usa

Avete mai sentito parlare di Pinterest? Si tratta di un social network che prevede la condivisione di immagini e video. Il nome deriva dall’unione di due parole: pin (spillo) e interest (interesse). Gli utenti, registrandosi, possono realizzare una bacheca in cui inserire immagini del web organizzate in cataloghi d’interesse. L’utilizzo è davvero semplice: basta cliccare “salva” un video o una foto presenti in una pagina web e inserire il contenuto nella categoria prestabilita.

Scopri anche: Social network: i migliori per trovare lavoro

Quando è nato Pinterest?

Il social è nato nel 2010 ad opera di Evan Sharp, Paul Sciarra e Ben Silbermann. Gli utenti, al principio 1,2 milioni, sono arrivati a ben 200 milioni nel 2018. Si tratta di uno dei siti più visitati del momento, soprattutto per il suo semplice utilizzo: basta infatti salvare un pin (video o immagine caricato attraverso un link esterno) e inserirlo in una board, una bacheca. Per salvare un pin occorre selezionare l’immagine, cliccare su “aggiungi” su Pinterest, copiare e incollare l’URL nella casella di collegamento. Si può, inoltre, fare un repin, cioè salvare sulla propria bacheca un pin di un altro utente.

Come si usa Pinterest?

In sostanza, dunque, con Pinterest si possono creare bacheche con contenuti multimediali salvati da altri siti. I pin, ordinati e catalogati, sono facilmente consultabili dagli altri utenti, i quali possono trovare, sulle bacheche altrui, spunti e idee. Per creare un account è possibile effettuare l’accesso con un profilo Facebook o Twitter o registrarsi con email e password. Una volta registrati, nella pagina principale compaiono le attività degli utenti seguiti. Accedendo alla pagina “esplora” è possibile consultare bacheche con contenuti simili ai pin salvati. Inoltre, è possibile aggiungere alla barra dei segnalibri del browser il pulsante “salva”, che insieme a “segui” si può aggiungere anche al sito personale.