Il massacro avvenuto nella scuola elementare di Uvalde, in Texas, ha destabilizzato molti, soprattutto i genitori che adesso sentono che nessun luogo sia veramente sicuro per i propri figli. Neanche la scuola, nella quale i piccoli dovrebbero essere protetti, si è rivelato essere un posto inattaccabile. Quella di Uvalde, che ha provocato la morte di 19 studenti e 2 insegnanti, è solo una delle ultime sparatorie in ordine di tempo, e non fa che aggiungere insicurezza ad una situazione già preoccupante. E’ in questo quadro che, negli ultimi tempi, si è verificato un aumento delle vendite degli zaini antiproiettile negli Usa.

Boom di vendite di zaini antiproiettile negli Usa dopo la strage di Uvalde

Usa, aumenta la vendita degli zaini antiproiettile

Non solo molti genitori hanno deciso di ritirare i propri figli da scuola, fino a quando almeno non sarà garantita loro una maggiore sicurezza negli edifici scolastici. Ma si è verificata un’ulteriore tendenza, quella dell’acquisto degli zaini antiproiettile. Probabilmente la gravità e la frequenza delle sparatorie hanno indotto alcuni genitori a ritenere di dover pensare alla sicurezza dei propri bambini in attesa che il governo statale o federale adotti misure in tal senso. Molti hanno appunto optato per l’homeschooling, altri per dotarli di un dispositivo di protezione.

In particolare tre aziende che vendono zaini antiproiettile negli Stati Uniti hanno dichiarato di aver assistito ad un enorme aumento della domanda. Secondo quanto dichiarato dai portavoce delle stesse, gli affari sarebbero aumentati del 300% dal giorno della strage di Uvalde. Uno in particolare sarebbe lo zaino più popolare tra quelli in vendita. Ha il costo di 250 dollari e può essere separato in due parti, in modo da diventare in un istante un giubbotto antiproiettile.

Come funzionano gli zaini antiproiettile

Tra le aziende, la Guard Dog Security ha affermato di aver notato un aumento dei clienti interessati agli zaini antiproiettile, possibile scudo in caso di sparatoria. Ma come usarli per proteggersi durante un attentato nel quale siano coinvolte delle armi? I bambini o i ragazzi che si trovino sulla linea di tiro, possono alzare lo zaino davanti alla propria persona, in particolare fino alla testa o al petto, per deviare il proiettile e salvaguardare il proprio corpo.

Ciò non toglie, naturalmente, che assolvano il loro compito originario, ovvero quello di contenere libri, quaderni e astucci. Tali zaini, nonostante efficaci non sono troppo pesanti, esistono in numerosi modelli e colori. E, molto probabilmente, fanno sentire un tantino più sicuri i genitori.

Leggi anche: