La scuola è finita da solo qualche settimana ed in Svizzera si comincia già a pensare, con una certa preoccupazione, al prossimo anno scolastico. Anche qui, così come in Italia del resto, i professori scarseggiano. Secondo RSI il governo sarebbe preoccupato per la scarsità degli insegnanti a disposizione. In una classe della scuola di Lenggenwil, ad esempio, gli alunni di quinta elementare hanno deciso di girare un video per il reclutamento dei nuovi insegnanti, in quanto non sanno ancora chi si troveranno davanti alla lavagna una volta terminate le vacanze estive.

Alunni girano video per reclutamento insegnanti

A Zurigo e Berna, ad esempio, tra studenti, operatori sociali e ingegneri si stanno candidando persone senza la necessaria formazione. Nel cantone di Zurigo, nello specifico, ci sarebbero circa 650 posti vacanti. Proprio per sopperire alla mancanza di professori in varie scuole primarie per il prossimo anno scolastico, la città di Uster ha girato un videoclip per porre l’attenzione sul problema.

Nel video, nel quale si vede la scuola che, senza insegnanti è rimasta vuota, la piccola Nina dice di voler diventare un insegnante, ma di averne bisogno di uno per diventarlo. Matti rincara la dose: “Sei forte, allora vieni a Uster”. La direzione della scuola spera che con la diffusione e la condivisione di questo video gli insegnanti attualmente in cerca di lavoro vengano attirati dall’annuncio.

In realtà la situazione in Svizzera sarebbe abbastanza preoccupante, almeno da quanto si evince dalle dichiarazioni di Franziska Peterhans, segretaria centrale dell’Associazione svizzera degli insegnanti (LCH). La donna si dice infatti preoccupata per i piccoli alunni, per la qualità dell’insegnamento e per il carico supplementare che dovranno sobbarcarsi gli altri insegnanti. La segretaria ha anche dichiarato:

“In oltre 30 anni di carriera non ho mai visto una situazione tanto tesa, questa carenza era prevedibile e i cantoni sono rimasti passivi. Le condizioni di lavoro degli insegnanti andrebbero inoltre migliorate”.

In Svizzera mancano i professori

Quello della carenza di insegnanti non è un problema nuovo, era emerso anche un paio di mesi fa, con l’arrivo di studenti ucraini presso le scuole svizzere. La grave carenza di personale docente ha reso comunque difficoltoso l’ingresso dei piccoli provenienti dalla guerra, tanto che non era stato possibile trovare da un giorno all’altro nuovi insegnanti, ma si era comunque cercato di attivare tutte le risorse disponibili.

Adesso non resta altro da fare che aspettare se il video porterà all’esito desiderato.

Leggi anche: