A lei Google dedica il doodle di oggi: chi è Audre Lorde? Lo scopriamo attraverso una sua breve biografia ed alcune delle sue più famose frasi e citazioni. Prima di proseguire, basti sapere che si tratta di una grande esponente della poesia – nella sua protagonisti sono i diritti civili e l’esplorazione dell’identità femminile delle donne nere – e del femminismo, appunto.

Leggi: Femminismo, storia e definizione

Chi è Audre Lorde

Poetessa e attivista americana, Audre Lorde è divenuta un simbolo per le donne e per il popolo nero. Nasce il 18 febbraio 1934 a New York, si laurea presso l’Hunter College in letteratura e filosofia inglese nel 1959 e consegue poi un master in biblioteconomia. Si sposa nel 1962, mentre nel 1968 viene pubblicato il primo tra i suoi libri di poesie, “The First Cities”.

Audre Lorde è nota per i suoi scritti appassionati sul femminismo lesbico e sulle questioni razziali. Nel volume Cables to Rage (1970) ha esplorato la sua rabbia per l’ingiustizia sociale. E’ il libro nel quale si intravede la prima espressione poetica del suo lesbismo. Il femminismo l’ha spinta a respingere la tendenza della società alla categorizzazione. La sua scrittura è stata multi-genere.

Audre Lorde: frasi e citazioni

Ecco alcune delle sue più celebri frasi e citazioni dalle quali si può evincere qualche dettaglio della sua poesia e del suo pensiero.

  • “Così come il diamante proviene da un nodo di fiamme, io sono Nera perché provengo dall’interno della terra ora considera le mie parole come fossero gioielli in piena luce.”
  • “L’unicorno nero è senza pace l’unicorno nero è implacabile l’unicorno nero non è libero.”
  • “Gli strumenti del maestro non smantelleranno mai la casa del padrone.”
  • “Il tuo silenzio non ti proteggerà.”
  • La poesia non è solo sogni e visione; è l’ossatura dell’architettura delle nostre vite. In essa giacciono le fondamenta di un futuro di cambiamento, un ponte sulle nostre paure di ciò che non è mai stato prima.”
  • “Quando ami fallo profondamente, come se fosse per sempre. ”
  • “Quando oso essere potente, io uso la mia forza per servire la mia visione, poi diventa sempre meno importante se io abbia paura.”
  • “La pornografia è una negazione diretta del potere dell’erotismo, poiché rappresenta la soppressione del vero sentimento. La pornografia enfatizza la sensazione senza sentimento.”
  • “Non esiste una cosa come la lotta univoca, perché non viviamo vite univoche.”
  • “Ogni donna ha un arsenale ben fornito di rabbia potenzialmente utile contro quelle oppressioni, personali e istituzionali, che hanno generato quella rabbia. Messo a fuoco con precisione, può diventare una potente fonte di energia al servizio del progresso e del cambiamento. ” Aiutaci a tradurre questa citazione
  • “La poesia conia il linguaggio per esprimere e fondare questa consapevolezza e richiesta rivoluzionarie, l’attuazione di quella libertà.” “Sono quello che sono, faccio quello che sono venuto a fare, agendo su di te come una droga o uno scalpello per ricordarti la tua me-ness mentre ti scopro in me.”

Leggi anche: