I maturandi hanno un solo obiettivo: superare la Maturità! Quanto è bello il mondo e quanto è meravigliosa la vita dopo che gli Esami di Stato saranno terminati? Non vogliamo disilludervi, quindi godetevi l’aspettativa dell’estate, ma, purtroppo, saranno in molti quelli che rimpiangeranno la vita sui banchi di scuola oppure si lamenteranno di avere sprecato cinque anni della loro vita a intraprendere un percorso di studio che non piaceva loro o che non dà prospettive lavorative adeguate.

Secondo l’indagine di AlmaDiploma 2018 condotta su un campione di ragazzi e ragazze a un anno e a tre anni dalla Maturità (rispettivamente 41 mila diplomati del 2016 e 38 mila del 2014) e riportata dal Sole 24 Ore, il 45% degli intervistati  pensa di aver sbagliato scuola superiore. In particolare, il 25%, se potesse tornare indietro, cambierebbe sia scuola che indirizzo, il 12% sceglierebbe lo stesso corso ma in una scuola diversa, mentre l’8% percento cambierebbe corso e istituto. A due anni dalla Maturità, gli insoddisfatti calano leggermente, fermandosi al 42%. I maggiori malumori si registrano poi tra coloro che hanno frequentato un istituto professionale, mentre sono più contenti delle scelte fatte gli ex studenti di tecnici e licei.

La situazione non è proprio rosea neanche all’università: il 12% di chi ha proseguito gli studi, infatti, afferma di non avere azzeccato neanche la scelta del corso di laurea. Capire il perché è abbastanza chiaro: a un anno dal diploma, solo il 35% degli ex studenti ha trovato un lavoro, percentuale che sale al 45% se si attendono ulteriori dodici mesi.