Capita spesso di sentir parlare di nervo facciale infiammato o di paralisi facciale: ecco cosa indica tale aggettivo anche nel campo dell’economia.

Significato di facciale

Con l’aggettivo facciale si può definire tutto ciò che è pertinente alla faccia, sia da un punto di vista prettamente anatomico (es. arteria f.; muscolo f.; ossa facciali; ecc.) che, più in generale, delle espressioni (la mimica facciale è ad esempio quella parte della cinesica che descrive il modo in cui si altera il volto delle persone); della medica (es. chirurgia maxillo-facciale, rivolta alla diagnosi e cura delle malattie che colpiscono bocca, mascella, mandibola, ecc.; paresi f.; dolore f.; e così via) e della biometria (es. riconoscimento f.).

Facciale in economia, significato

Un secondo utilizzo del termine riguarda invece il campo dell’economia, dove per valore facciale (o nominale) si intende il valore ‘teorico’ (o ‘cartaceo’) di un bene bene, titolo, francobollo, o valuta, in contrapposizione al suo valore reale (altrimenti detto ‘di mercato’), che tiene invece conto di fattori quali svalutazione, inflazione e tasso di cambio. Per valore f. di un titolo di credito si intende quindi l’ importo riportato (stampato) sul certificato del titolo stesso. Allo stesso modo, il valore f. (o nominale) di monete e francobolli corrisponderà al valore impresso o stampato sugli stessi.

Frasi con l’aggettivo facciale

Alcune frasi di esempio che contengono l’aggettivo facciale sono:

  • Al termine della serata la sapiente intonacatura facciale cominciava a screpolarsi.
  • Sul fianco di Hector penzolava un bombolino di ossigeno da due litri, con maschera facciale.
  • Nonostante la verbalizzazione aggressiva, la sua espressione facciale era rimasta amichevole.
  • Mi ritraeva mentre facevo volteggiare Rosie, la cui espressione facciale indicava felicità estrema.
  • Era stata lei che aveva visto nella contrazione involontaria di un muscolo facciale qualcosa che non esisteva.

Leggi anche: