Festa della donna: perché si regalano le Mimose l’8 marzo

L’8 marzo sta arrivando, la festa che celebra le donne; ma sapete perché si regala proprio la mimosa? Tra i tanti fiori che la natura ci regala, perché è stato scelto proprio questo fiore giallo e impalpabile? Le motivazioni sono diverse, alcune hanno radici storiche, altre culturali e, nella scelta della mimosa, c’è una variante tutta italiana che a breve vi sveleremo. Sono tante le donne che negli ultimi anni sono state uccise per mano di ex compagni che non accettavano l’idea di essere lasciate, l’ultima terribile storia è di qualche giorno fa, una madre è stata uccisa insieme alle figlie ed è proprio a loro che dobbiamo e vogliamo rivolgere il nostro pensiero e dedicare questa giornata. Tornando alla storia della mimosa, vi va di scoprire il motivo per cui è stato scelto questo fiore? Andiamo!

Leggi anche:

Festa della donna: la storia dell’8 marzo

Prima di scoprire i motivi per cui è stata scelta la mimosa come simbolo di questa festa, vogliamo tornare indietro e ripercorrere, brevemente, la storia dell’8 marzo. Alcune donne, ancora poco consapevoli perché giovani e disinformate, non conoscono forse la triste storia che c’è dietro questa festa. La festa della donna non vuol dire soltanto uscire a divertirsi con le amiche, andare a mangiare una pizza o assistere ad uno striptease in qualche locale con il belloccio di turno che gira, ballando, intorno ad un palo, questo è l’aspetto commerciale della festa, dietro tutto ciò c’è una storia che va ricordata. La storia tramanda che nel 1908, proprio l’8 marzo, a causa di un incendio, a New York, 129 operaie rimasero uccise mentre stavano facendo una protesta per le condizioni di lavoro a cui erano sottoposte. Da allora, dal lontano 1908, il giorno dell’8 marzo è ricordato come giornata ufficiale dedicata alle donne. Tante donne ricevono la mimosa l’8 marzo, ma perché proprio la mimosa?

Non sai come festeggiare? Leggi anche:

Festa della donna: i motivi per cui è stata scelta la mimosa

La prima motivazione alla tradizione di regalare proprio la mimosa il giorno della festa della donna, viene ricondotta alla presenza di un albero di mimose proprio nei pressi della fabbrica in cui scoppiò l’incendio provocando la morte di tante donne che stavano protestando a causa delle condizioni di lavoro indegne a cui erano sottoposte. Tuttavia, sono state proprio le donne italiane a scegliere questo fiore, nel 1946 l’U.D.I. (Unione donne Italiane) era alla ricerca di un fiore che celebrasse la prima festa delle donna del dopoguerra; la scelta della mimosa fu quasi obbligata, in quanto la mimosa è l’unico fiore che fiorisce all’inizio del mese di marzo ed è poco costosa.

Festa della donna: risorse per la scuola

Se hai bisogno di consigli per lo studio, leggi: