Lussemburgo: cosa sapere su questa capitale europea

Altro viaggio, altra capitale europea da visitare: oggi voliamo dritti dritti in Lussemburgo. Il nostro itinerario virtuale ci porta oggi in questo paese membro della comunità europea situato tra Francia, Germania e Belgio, non ha uno sbocco sul mare ed è l’unico granducato rimasto al mondo. Queste poche nozioni a cui abbiamo accennato, vi bastano per convincervi a prendere il vostro pc, fare ricerche su voli e aerei e prenotare la vostra vacanza? Se non siete ancora convinti di prenotare il vostro viaggio in Lussemburgo, abbiamo ancora qualche carta da giocare; rimanete con noi e scoprire cosa c’è da fare e da vedere nella capitale; non riuscirete proprio a non prenotare.ù

Lussemburgo: cosa vedere

Lussemburgo: cinque cose da vedere nella capitale

Pronti con carta e penna? Se non siete pronti vi aspettiamo per catapultarvi, virtualmente, tra le strade, i monumenti e le bellezze del Lussemburgo. Tre, due, uno via:

  • Centro storico: è vivo e ricco di movimento. La Gran Rue è la via principale è interamente riservata al percorso pedonale, ricco di locali e negozi;
  • Cattedrale di Notre Dame: omonima alla cattedrale di Parigi, non ha niente da invidiarle, è costituita da guglie slanciate e sottili;
  • Castello di Vianden: un vero e proprio castello da favola;
  • Casematte, casemates du Bock: patrimonio dell’umanità UNESCO, sono oggi una delle attrazioni più visitate della capitale;
  • Palais Grand Ducal: il palazzo è visitabile solo nei mesi estivi ed è stato definito un piccolo Buckingam Palace.

I nostri cinque assi nella manica ce li siamo giocati; ovviamente non finisce qui, avrete tanto altro da scoprire ma non vogliamo svelarvi tutto proprio perché vogliamo lasciarvi il gusto della scoperta che va assaporato lentamente, dal vivo e difronte ad immense strutture, o vie o palazzi che si ergeranno di fronte ai vostri occhi.

Lussemburgo: cosa fare e quando andare

Una tappa imperdibile è quella ai favolosi castelli presenti in diverse parti del Lussemburgo, vi sentirete come dei protagonisti delle favole e non vorrete più andare via. Oltre al castello di Vianden che vi abbiamo già indicato, un altro degno di nota è quello che si trova a Clervaux. Se tra un castello e l’altro non ci vedete più dalla fame e volete fare uno spuntino, dovete necessariamente assaggiare fegatini con i crauti, la Fritture de la Moselle, ovvero un fritto di piccoli pesci di fiume conditi con uova, limone e prezzemolo e il Pudding nero, un misto di carni di suino e, da bere, una buona birra locale. Il periodo ideale per andarci è la primavera seguita, subito dopo, dall’estate. Vi abbiamo convinti? Ci vediamo in Lussemburgo.

Non perderti: