Bungee Jumping: tutto quello che dovete sapere

Avete voglia di fare qualcosa di pazzerello, fuori dalle righe, per divertirvi facendo qualcosa di stravagante? Allora siete capitati nel posto giusto al momento giusto, oggi vogliamo parlarvi del bungee jumping, dandovi tutte le informazioni di cui avete bisogno, spiegando bene, a chi ne sapesse poco, di cosa si tratta, qual è il costo e dove è possibile farlo in Italia. Alla lettera, bungee jumping in italiano si traduce come salto con elastico e si tratta di un’attività sportiva che permette di lanciarsi da un luogo elevato, dopo essere stati imbracati con una corda elastica. Un’estremità della corda è fissata al corpo della persona che si sta lanciando, alla caviglia, l’altra al punto da cui avviene il lancio. Se non avete paura e volete provare, scoprire con noi i costi per farlo in Italia e dove farlo in Italia.

Bungee Jumping: qual è il costo per farlo?

Se avete intenzione di provare questa nuova avventura, e non avete paura delle altezze, dovete assolutamente provare l’esperienza del bungee jumping. Ovviamente dovete scegliere il centro che segua le regole della sicurezza, dovete mettervi in buone mani perché sarà da quelle mani che verrete attaccati dalle caviglie e fissati al punto da cui avverrà il salto. Deve essere bella la sensazione che si prova a rimanere attaccati ad una corda e provare, anche se per poco, a volare, lanciarvi per aria con le mani aperte e sentirsi, per un attimo, un volatile che spicca il volo. E per quanto riguarda i costi? Da quanto siamo riusciti a trovare in rete, i costi sono i seguenti: per il salto singolo il prezzo è di cento euro, per eventuali secondi e terzi e salti il costo è, rispettivamente, di ottanta e di settanta euro. Qualora voleste immortalare il momento, c’è anche la possibilità di fare una ripresa al costo di venti euro.

Bungee Jumping: dove farlo in Italia?

I posti migliori, in Italia, da cui fare il salto con l’elastico sono cinque:

  1. Ponte della Pistolesa: in Piemonte, zona di Veglio, a 15 km da Biella e 90 da Torino;
  2. Valgàdena: sull’Altopiano di Asiago, in provincia di Vicenza. È il punto più alto presente nella nostra penisola;
  3. Ponte di Salle: in provincia di Pescara, si tratta del centro più grande a sud e centro Italia;
  4. Aqualandia di Jesolo: ospita la prima torre d’Europa: un tuffo da 60 metri di altezza rallegrato dagli spruzzi della piscina;
  5. Campeggio Porto Solinàs: ci si lancia dalla grotta dei Colombi.