Campus Party 2018: arriva il Festival dedicato all’innovazione

È tutto pronto per il Campus Party! Il Festival internazionale dedicato all’innovazione e alla creatività è ormai diventata la più grande esperienza tecnologica a livello mondiale, il cui obiettivo è coinvolgere non solo giovani talenti ma anche istituzioni, aziende, università e community. Quest’anno l’evento avrà luogo dal 18 al 22 Luglio all’interno della Fiera Milano Rho e si snoderà in cinque giorni e quattro notti. A partecipare al Campus Party saranno quattromila campuseros che si dedicheranno ad attività intense tra workshop, conferenze, hackathon e job matching. Il programma prevede 450 ore di contenuti da sviluppare in tre aree diverse: Arena, Experience e Village.

Leggi anche:

Campus Party 2018: in cosa consiste il Reverse Mentoring

Tra le attività previste nel Campus Party 2018, quella del Reverse Mentoring è forse la più originale. Si tratta di un laboratorio non convenzionale e in continua trasformazione aperto sia ai campuseros che alle aziende. Nel corso dell’attività ragazzi e manager siederanno ad un tavolo rotondo e diventeranno veri e propri compagni di squadra: i campuseros, in questo modo, avranno la possibilità di esporre le proprie idee innovative e lanciare input agli imprenditori. Nel laboratorio, quindi, tutti si metteranno in gioco puntando ad un unico obiettivo: la trasformazione e il miglioramento delle aziende in questione.

Campus Party 2018: in cosa consiste la Job Factory

Un’altra novità del Campus Party 2018 è la Job Factory. Si tratta di un nuovo spazio creato in collaborazione con Randstad, azienda leader nella ricerca e nella selezione del personale. L’area sarà dedicata al mondo del lavoro: saranno affrontati dibattiti inerenti all’esperienza lavorativa in ogni sua sfaccettatura, con momenti dedicati ai colloqui e agli annunci professionali. La Job Factory darà, quindi, la possibilità ai campuseros non solo di presentare le proprie skills e candidarsi a nuove posizioni, ma anche di conoscere figure professionali importanti e partecipare a dibattiti costruttivi circa le nuove tendenze nel mondo del lavoro.