Carmen di George Bizet: tutto quello che c’è da sapere

Vi va di continuare a parlare di opere liriche? Oggi vogliamo presentarvi l’opera di George Bizet, Carmen, la prima rappresentazione fu all'”Opéra Comique” di Parigi il 3 Marzo 1875 mentre la prima rappresentazione italiana avvenne al Teatro Bellini di Napoli il 15 novembre 1879. Come potete notare dalle date, si tratta di un’opera di secoli fa ma che continua, comunque, ad echeggiare ancora tra gli appassionati e riteniamo che sia importante che la conosciate anche voi. Purtroppo l’autore non riuscì a godere del successo della sua opera, perché morì prima di poterlo vivere. Ora scopriamo il riassunto dell’opera, la trama e gli atti.

Carmen di George Bizet: la trama

Don Josè è un giovane brigadiere e sua madre vorrebbe che si fidanzasse con Micaela, una ragazza semplice che vive nel suo paese. Purtroppo lui si lascia sedurre dalla sigaraia Carmen, che è coinvolta in una rissa con altre sigaraie e, affascinato da lei che danza, la lascia fuggire dal carcere e per questo viene punito. In un secondo momento si rivedono, lei lo convince a disertare per seguirla, nonostante sia attratta anche dal torero Escamillo. Lui la segue sui monti, dai contrabbandieri, ma sentono di non essere felici, lui dimostra gelosia e lei insofferenza. Giunge Micaela chiedendo a Josè di tornare al paese dalla madre morente. Lui parte ma solo dopo essersi battuto in duello con il rivale Escamillo, lo stesso che Carmen segue a Siviglia. Sarà proprio Siviglia il luogo in cui si ritroveranno, fuori dall’arena, e Josè chiede a Carmen di tornare con lui ma lei rifiuta con disprezzo e lui la pugnala a morte.

Carmen di George Bizet: il riassunto

Alla base dell’opera lirica di George Bizet, Carmen, c’è una storia di amore, di passione e di gelosia che finisce con la morte di Carmen che, dopo aver sedotto Josè, lo abbandona per seguire Escamillo. C’è un’altra donna, Micaela, che vorrebbe diventare la moglie di Josè, anche per volere della madre di lui che sta per morire. Alla fine della storia Carmen e Josè si incontrano a Siviglia, ma la donna non vuole seguire Josè e lui la pugnala uccidendola.

Carmen di George Bizet: gli atti

L’opera è divisa in 4 atti:

  1. ATTO I: Ci troviamo in una piazza di Siviglia. Moralès, e un gruppo di dragoni, sono colpiti dalla giovane Micaela, arrivata dalla campagna alla ricerca del brigadiere Don José. La donna si allontana e al suo arrivo, il brigadiere viene informato da Moralès di Micaela.
    All’ora della pausa, le sigaraie escono dalla fabbrica, ma José non mostra interesse per loro perché ama Micaela e ha promesso alla madre di sposarla. Tutti gli uomini aspettano Carmen, le si stringono intorno; ma lei ha occhi solo per José e gli lancia un fiore.La reazione de brigadiere è di turbamento e nasconde il fiore sotto la giacca.
    Micaela, tornata in piazza, gli consegna una lettera della madre e lo bacia castamente prima di andarsene.
    Scoppia una rissa tra le sigaraie e Carmen, la più aggressiva, viene arrestata da Zuniga, che ordina a José di portarla in prigione. Rimasta sola con il brigadiere, Carmen dà inizio alla sua opera di seduzione: gli promette amore in cambio della libertà. José, ormai sedotto, l’aiuta a fuggire.
  2. ATTO II: Carmen attende il ritorno di Don José, incarcerato perché colpevole di averla fatta fuggire. Escamillo rivolge a Carmen parole galanti, ma viene respinto.
    Torna José, uscito di pigione, intanto Attila, addormentato nella propria tenda, quando si sveglia narra allo scudiero Uldino un sogno: giunto alle porte di Roma, è fermato da un vecchio canuto che gli impone di arretrare di fronte alla terra di Dio.
    Il tenente Zuniga ordina a Josè di rientrare, lui si ribella e scoppia una rissa. I contrabbandieri li separano e l’uomo si unisce a Carmen e ai fuorilegge disertando l’esercito.
  3. ATTO III: José si accorge che il rapporto con Carmen non è più quello di un tempo. Intanto Micaela raggiunge il campo dei contrabbandieri in cerca di José, ma scappa quando lo vede con Escamillo.
    Geloso del rivale, José sfida a duello il torero, ma viene fermato dagli zingari che trovano Micaela nascosta tra le rocce che riferisce a José che la madre è in punto di morte; l’uomo accetta di seguirla, ma prima di andare via minaccia Carmen, della quale è follemente innamorato.
  4. ATTO IV: Di fronte all’arena di Siviglia la folla acclama il corteo dei toreri e tra la folla c’è Carmen che ora è innamorata di Escamillo.
    Mercedes e Frasquita la avvertono che Josè è nelle vicinanze; l’uomo si avvicina per parlarle ma le sue suppliche sono inutili, la donna lo respinge e, in segno di disprezzo, si sfila l’anello che le ha donato e glielo getta addosso.
    Disperato e accecato dall’ira per essere stato rifiutato, uccide la donna con una pugnalata, poi si costituisce ai gendarmi mentre la folla festeggia la vittoria di Escamillo.

Leggi anche: Opere liriche più famose al mondo: classifica e trama