Guerra e Pace: il finale del libro

Quando pensiamo ad un libro da leggere, e da consigliare anche ad altri, uno dei primi nomi che ci viene in mente è Guerra e Pace di Lev Tolstoj. Non si dovrebbe mai smettere di leggere, la lettura è un ottimo allenamento, un piacevole passatempo, un modo per imparare parole nuove e, soprattutto, un modo per evadere con la fantasia dalla nostra quotidianità e dalla nostra routine. L’odore della pagina stampata, le parole scritte nero su bianco donano alla storia che stiamo leggendo tutto un altro sapore e, piacevolmente, ci accompagna nei momenti che dedichiamo a noi stessi e all’immersione nel mondo della lettura. Oggi vogliamo rispolverare i nostri ricordi e andare a rileggere come finisce il libro.

Guerra e Pace: la storia

Il romanzo è stato scritto tra il 1865 e il 1869 e narra le vicende di tre famiglie i Bolkonskij, i Rostov e i Bezuchov dal 1805 al 1820 in una cornice di una serie di eventi storici che sono: la guerra tra la Francia e la Russia, la sconfitta nella battaglia di Austerlitz, a cui partecipò il principe Andrej Bolkonskij uno dei protagonisti del romanzo, l’invasione della Russia da parte delle truppe francesi, la guerra patriottica che vide come conseguenza il popolo insorgere, l’incendio di Mosca e la sua liberazione. Nel romanzo sono presenti molti personaggi che insieme riescono a tirare le fila della trama e sono due i temi fondamentali che si intrecciano, che sono appunto la guerra e la pace che non sono altro che il titolo dell’opera. I personaggi si dividono in due categorie, quelli reali e quelli inventati ma con l’abilità della penna di Tolstoj gli uni sembrano indispensabili agli altri e il risultato è una narrazione compatta e scorrevole. Le vite e i dolori dei personaggi si intrecciano con quelli della Russia, tra i protagonisti c’è Natasa Rostova che compare fin dalle prime pagine del libro, facendoci assistere alla sua crescita.

Guerra e Pace: come finisce

In seguito ad un attacco, durante la marcia, Karatàev muore mentre Pierre viene salvato da una banda di partigiani russi. L’uomo fa ritorno a Mosca dove ritrova Natascia, ancora ferita a causa della morte del fratello Petja, caduto in combattimento, e da quella di Andrei. Pierre decide di confessarle i suoi sentimenti e, dopo un periodo di frequentazione, le chiede di sposarla. Nel frattempo, Nikolaj Rostòv, dopo tanto tempo condiviso insieme, si decide a chiedere la mano della sua amata Maria, che accetta di convolare a nozze; in tal modo la grande epopea del popolo russo culmina finalmente in un’atmosfera di pace e serenità.

Leggi anche: Come finisce il Signore degli Anelli? Finale del libro