L’esame di terza media 2022 si svolgerà nel periodo compreso tra la fine delle lezioni e il 30 giugno e sarà costituito da:

  • prova scritta relativa per dimostrare le competenze dello studente di italiano o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento, come disciplinata dall’articolo 7 del DM 741/2017;
  • prova scritta per dimostrare le competenze logico matematiche del ragazzo, come disciplinata dall’articolo 8 del DM 741/2017;
  • un colloquio orale che si aprirà con la discussione di una tesina, come disciplinato dall’articolo 10 del DM 741/2017.

Tra le prove che spaventano di più i ragazzi c’è sicuramente quella di matematica. I numeri in Italia fanno ancora paura agli studenti che spesso non  si sentono all’altezza. Se anche tu hai questi timori, in questo breve articolo troverai numerosi consigli per sostenere l’esame al massimo delle tue potenzialità.

Consigli per l’esame di matematica

La prova di matematica dell’esame di terza media 2022 è mirata ad accertare la capacità di rielaborazione e organizzazione delle conoscenze, delle abilità e delle competenze nei seguenti ambiti: spazio e figure; numeri; relazioni e funzioni; dati e previsioni.

La commissione si riunisce e stabilisce le tracce da dare agli studenti dividendole in:

  • Problemi articolati su una o più richieste;
  • Domande a risposta aperta.

Secondo quanto stabilito dal Ministero la “predisposizione delle tracce si può fare riferimento anche ai metodi di analisi, organizzazione e rappresentazione dei dati, caratteristici del pensiero computazionale e nel caso siano proposti più problemi o quesiti, le relative soluzioni non devono essere dipendenti l’una dall’altra, in modo da evitare che la loro progressione pregiudichi l’esecuzione della prova medesima”.

Sembra molto più difficile di quello che è! In realtà è sufficiente prepararsi sul programma che hai portato avanti in quest’ultimo anno. Prendi il libro e riprova, soluzioni alla mano, a replicare le soluzioni dei problemi che ti erano già stati assegnati. Ripassa la teoria, ripetendo le definizioni e rivedendo i concetti più difficili. Mettili nero e su bianco: scrivere ti aiuterà a memorizzare. Allena il tuo pensiero analitico perché ti servirà: hai provato a risolvere i quiz numerici sulle parole crociate dei tuoi genitori? Nel tempo libero fare questi tipo di esercizi allena la mente a rimanere vigile in vista dell’esame. Il giorno prima della prova, ripassa le ultime cose e poi chiudi tutto: non vogliamo rischiare che tu entri nel pallone proprio nel momento più importante di tutto. Quello che già sai basterà e ti servirà per passare ad una nuova fase della tua istruzione.