Il riconoscimento CFU ti permette di abbreviare il tuo percorso universitario: in questo articolo ti spieghiamo come funziona e come presentare la domanda.

CFU questi sconosciuti: quando passi dal liceo all’università, all’improvviso ti trovi catapultato in un sistema di valutazione completamente diverso. Prima di tutto si passa dai decimi ai trentesimi (che già è cosa parecchio complicata) ma poi ti trovi di fronte all’assegnazione per ogni esame di un numero di crediti che non sai bene a cosa si riferiscano. In questa guida proviamo a rispondere a queste domande:

  • Cosa sono i CFU?
  • Qual è il significato di CFU?
  • Come funziona il riconoscimento CFU?
  • Come funziona il riconoscimento crediti universitari per attività lavorativa?
  • Si possono convalidare esami dalla triennale alla magistrale?

In questo modo potrai avere una panoramica completa sul riconoscimento CFU. Nel caso in cui dovessi avere ulteriori domande sul riconoscimento crediti puoi contattarci compilando il form che trovi alla fine di questa pagina. Verrai ricontattato da un esperto che chiarirà tutti i tuoi dubbi sulla richiesta riconoscimento crediti.

Come funziona il riconoscimento CFU

I CFU, o crediti formativi universitari, sono un sistema di valutazione universitaria introdotta in Italia nel nuovo millennio per convertire numericamente le ore di lavoro svolto per ciascun esame, attribuendogli un punteggio universale riconosciuto da tutti gli atenei online e tradizionali. A un CFU corrispondono 25 ore di lavoro tra le lezioni frontali e il lavoro (stimato) svolto anche da casa. La valutazione – lo dicevamo – è universale: è stato stabilito che per concludere il tuo percorso con il conseguimento della laurea triennale dovresti aver accumulato 180 CFU; il numero di crediti che ti serviranno, invece, per la laurea magistrale è pari a 120.

I CFU non ti serviranno solo in ottica di conseguimento titolo, ma anche nel caso in cui tu debba cambiare percorso universitario: se vuoi approfondire un ambito di studi diverso o semplicemente iscriverti ad un altro ateneo, per non perdere gli esami già sostenuti dovrai richiedere un riconoscimento CFU. Si tratta di una pratica burocratica piuttosto complessa e spesso soggetta ad errori per cui il consiglio è sempre quello di affidarsi a degli esperti perché controllino gli esami sostenuti e i crediti formativi accumulati prima di sottoporre il fascicolo alla commissione che avrà il compito di valutare il tuo percorso. In fondo a questa guida troverai un form da compilare per richiedere aiuto.

Grazie a questo, la procedura di riconoscimento crediti sarà gestita da un team di consulenti che lo fanno da anni e avrai la sicurezza di non perdere esami già sostenuti con il rischio di doverli ripetere.

Chi può richiedere il riconoscimento crediti formativi ed esami sostenuti

Se ti stai chiedendo chi può richiedere il riconoscimento crediti formativi per gli esami sostenuti, la risposta è semplice: chiunque abbia sostenuto delle prove valutate sulla base del sistema crediti, ma non solo. Esiste anche un sistema di calcolo per i crediti formativi da attività lavorativa. Se per esempio, per un periodo, hai svolto una professione (anche uno stage) attinente al tuo percorso di studi, l’università ti riconoscerà dei CFU che potrai utilizzare per abbreviare il tuo percorso e conseguire più velocemente la laurea.

Grazie al riconoscimento dei crediti formativi non avrai problemi a passare da un corso all’altro, da un’università all’altra (il riconoscimento CFU è valido anche nel passaggio da università telematica a tradizionale e viceversa) senza dover ripetere le stesse prove. Puoi chiedere la valutazione CFU anche se per un periodo hai abbandonato gli studi e ora vuoi riprendere da dove hai lasciato.

Le variabili sono tantissime e tutte volte a permetterti di conseguire la laurea nel minor tempo possibile ottenendo tutto quello che ti spetta per le ore di studio o di lavoro già portate a termine.

Il riconoscimento CFU in caso di cambio facoltà o università

Poniamo il caso in cui tu decida di cambiare facoltà o università: capita spesso che iniziamo un percorso universitario e ci rendiamo conto che 5 anni senza stipendio sono lunghi da portare a termine. Abbiamo bisogno di aiutare la nostra famiglia o semplicemente le nostre priorità sono cambiate: in questi casi solitamente gli studenti decidono di passare da una università tradizionale ad una telematica per avere la possibilità di studiare e lavorare contemporaneamente.

In questi casi si può chiedere il cambio con annesso riconoscimento CFU. Si inviano all’università di destinazione una lista di esami sostenuti con il numero di crediti corrispondenti ad ogni esame e si attende la valutazione finale. Lo stesso discorso e procedimento vale nel caso di passaggio da università telematiche riconosciute dal MIUR a quelle tradizionali o di cambiamento di percorso universitario. Se deciderai di iscriverti ad un nuovo corso di studi ti verranno riconosciuti i CFU pertinenti e altri esami – anche diversi – che verranno inseriti nelle “materie facoltative”. Non è tutto: quando chiedi il riconoscimento dei crediti universitari dovresti valutare anche la possibilità di far valutare l’attività lavorativa svolta.

Riconoscimento crediti universitari per attività lavorativa

Il riconoscimento dei crediti formativi da lavoro è valido solo per un massimo di 12 per ogni ciclo di studi (5 anni): il percorso lavorativo deve, inoltre, essere coerente con gli studi per cui stiamo facendo richiesta. Puoi chiedere il riconoscimento crediti solo attraverso il sistema VAE (validazione degli apprendimenti esperienziali).

Anche in questo caso puoi richiedere la consulenza degli esperti (il form è sempre lo stesso: lo trovi alla fine di questa guida) perché insistono moltissime variabili: la normativa prevede, infatti, che tu possa richiedere il riconoscimento dei crediti lavorativi solo sulla base delle competenze dimostrate singolarmente, escludendo forme di riconoscimento dei crediti formativi professionali collettive.

Ogni università ha un sistema di valutazione diverso: alcune, per esempio, potrebbero richiederti l’iscrizione ad un Albo professionale, o un certificato di dipendenza nel ruolo professionale di enti pubblici o privati, o di iscrizione nel Registro dei Praticanti ecc…

Capita spesso che gli studenti non conoscano la possibilità di richiedere il riconoscimento dei crediti formativi da attività lavorativa che gli possa permettere di abbreviare il loro percorso universitario perché questo genere di validazione comprende moltissime variabili. Puoi richiederla per esempio se:

  • Sei o in passato sei stato un dipendente pubblico
  • Hai un diploma da geometra o sei iscritto all’albo
  • Hai ottenuto una medaglia olimpica o un titolo di campione mondiale assoluto, campione europeo assoluto o campione italiano assoluto nelle discipline riconosciute dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano o dal Comitato Italiano Paralimpico

Convalida esami universitari per seconda laurea: quali sono riconosciuti?

Si tratta di un’ipotesi molto meno comune di quanto si immagini soprattutto nel mercato italiano, ma capita anche che, dopo aver conseguito una laurea, si decida di prenderne un’altra dello stesso tipo (triennale o magistrale che sia). In questi casi esiste la possibilità di procedere con il riconoscimento CFU da esami universitari per non dover ripetere lo studio di materie per cui si è già conseguito un esame. Il percorso è lo stesso: se i due corsi di laurea sono compatibili, con il riconoscimento crediti, il secondo sarà molto più breve del primo. Si tratta, per fare un esempio, dei percorsi di Economia, Giurisprudenza e Scienze Politiche che hanno davvero tantissime materie in comune.

Per il riconoscimento esami universitari per seconda laurea dovrai presentare una domanda con allegati i documenti che attestino i titoli di studi conseguiti o eventualmente un’autocertificazione. La valutazione sarà, poi, al vaglio della Commissione Universitaria per il riconoscimento crediti.

riconoscimento esami sostenuti

C’è un ma da considerare: se la laurea a cui vuoi iscriverti prevede un test d’ingresso. Se il corso di laurea al quale sei interessato prevede un test d’ingresso, dovrai comunque sostenerlo, presentando poi, in un secondo momento, la domanda di riconoscimento crediti, tranne nel caso in cui questo non rientri tra i requisiti di esonero eventualmente previsti. Lo puoi appurare semplicemente consultando il bando di ammissione al corso che ti interessa.

La convalida degli esami dalla triennale alla magistrale (o viceversa), invece, non è consentita; per cui non si possono convalidare esami della triennale alla magistrale, ma solo tra corsi di laurea dello stesso tipo (triennale con triennale e magistrale con magistrale).

Riconoscimento crediti master per laurea magistrale

Poniamo ora il caso in cui dopo la laurea volessi farti riconoscere anche i crediti da master professionalizzante: il riconoscimento crediti dei master di 1° livello si riferirà agli insegnamenti di corso di laurea triennale, mentre il riconoscimento dei crediti dei master di 2° livello a quelli di laurea magistrale o a ciclo unico.

Ti ricordiamo che per accedere ad un master di primo livello, avrai bisogno di una laurea triennale, per quelli di secondo livello una laurea magistrale o a ciclo unico, con costi, naturalmente, molto diversi. La pratica di riconoscimento CFU, come avrai capito, in questo caso è molto delicata. Ti invitiamo quindi a richiedere il supporto degli esperti compilando il form che trovi al termine di questa breve guida al riconoscimento dei crediti formativi.

Riconoscimento CFU e università telematiche: panoramica

Il riconoscimento CFU presso le università telematiche ha la stessa procedura di quello delle università tradizionali, essendo queste riconosciute dal MIUR come organi formativi a tutti gli effetti. Dovrai presentare una domanda e attendere una valutazione da parte della Commissione. Potrai passare agilmente da un ateneo online ad uno frontale e viceversa. Facciamo ora una panoramica del riconoscimento CFU presso tutte le università online riconosciute dal MIUR.

eCampus riconoscimento crediti ed esami

L’Università Telematica eCampus è un ateneo online diverso dagli altri perché ti offre la doppia possibilità di frequentare frontalmente o in via telematica grazie ad un campus ben attrezzato. La pratica di riconoscimento crediti formativi, funziona come in qualsiasi ateneo tradizionale.

IUL riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti presso l’Università Telematica IUL avviene in fase di immatricolazione. Dopo aver presentato la domanda, dovrai attendere che la Commissione si esprima in merito!

Mercatorum riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti presso l’Università Telematica Mercatorum è una pratica piuttosto consueta, per quanto comunque complessa: occorre inviare tutta la documentazione con le informazioni riportate in modo preciso per evitare di incorrere in sanzioni di vario genere.

San Raffaele riconoscimento crediti ed esami

Anche l’Università Telematica San Raffaele offre la possibilità di riconoscere crediti formativi per abbreviare il proprio percorso universitario: compila subito la domanda per evitare di dover ripetere esami già dati.

Unicusano riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti dell’Università Telematica Niccolò Cusano è tra quelli più apprezzati per la sua puntualità e struttura: invia la domanda in modo che la commissione possa valutarla e poi immatricolati, informandoti sulla folta lista di convenzioni stipulate dall’ateneo.

UniDav riconoscimento crediti ed esami

Nonostante le piccole dimensioni dell’ateneo, anche l’Università Leonardo Da Vinci prevede il riconoscimento crediti da attività formativa e lavorativa: per ottenerlo, bisogna presentarne domanda in fase di immatricolazione.

Unifortunato riconoscimento crediti ed esami

L’Università Telematica Giustino Fortunato gestisce la pratica di riconoscimento crediti ed esami tramite la segreteria online: puoi compilare il form dell’ateneo e svolgere tutta la pratica comodamente da casa.

Unimarconi riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti presso l’Università Telematica Guglielmo Marconi avviene sempre online, tramite piattaforma dedicata: una volta svolte tutte le pratiche, approvata la domanda da parte della commissione, troverai i crediti registrati sul tuo libretto online.

Uninettuno riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti dell’Università Telematica Uninettuno è strutturato in modo da permetterti di abbreviare il tuo percorso universitario tramite il riconoscimento di esami già sostenuti o di attività lavorativa (massimo 12 crediti).

Unipegaso riconoscimento crediti ed esami

Il riconoscimento crediti presso l’Università Telematica Pegaso si svolge in due fasi: prima devi presentare la domanda corredata di tutti i documenti richiesti dall’Università, poi la tua richiesta viene sottoposta al vaglio di una commissione per la validazione.

Unitelma riconoscimento crediti ed esami

L’Università Telematica Unitelma Sapienza è fra gli atenei online più apprezzati in Italia grazie anche alla sua stretta connessione con l’Università degli Studi La Sapienza: il riconoscimento crediti non fa eccezione. Vieni valutato da una commissione competente e strutturata che ti permette sempre di ottenere quanto ti spetta.

Come presentare domanda di riconoscimento esami e crediti formativi

Per ottenere il riconoscimento dei crediti formativi devi presentare domanda presso l’ateneo in cui desideri effettuare l’immatricolazione: sul sito dell’università, solitamente, viene proposto un form in cui inserire tutte le informazioni. Se hai qualche dubbio puoi contattarci compilando il form a fondo pagina.

Dovrai compilare un documento riassuntivo di tutte le esperienze pregresse, formative e lavorative e dovrai fare molta attenzione perché alcuni atenei non permettono di presentare integrazioni o correzioni. Non è semplice perché ogni esame ha una denominazione diversa:

  • Gli esami del vecchio ordinamento sono quelli istituiti prima dell’entrata in vigore del DM 509/1999, quindi prima che venissero istituiti i CFU
  • Gli esami del nuovo ordinamento sono quelli superati dopo l’entrata in vigore del DM 509/1999 e caratterizzati da CFU e settore scientifico disciplinare (SSD)

Se commetterai un errore, riportando informazioni errate o mendaci, subirai delle sanzioni previste per legge, compreso l’annullamento del titolo di studio. Dopo la consegna, una Commissione valuterà i documenti da te presentati e procederà al riconoscimento dei crediti formativi corretti, cambiando anche il corso della tua carriera universitaria.