Vaccino anti-covid: approvato quello di AstraZeneca

Ottime notizie sul fronte dei vaccini contro il Covid-19. L’Aifa ha approvato il vaccino AstraZeneca che potrà essere utilizzato anche in Italia. Secondo Ema, AstraZeneca arriva al 59,5%, comunque un dato buono rispetto ad altri vaccini come quello per l’influenza. L’aspetto positivo è che se ci sono anche gli altri due disponibili per le persone più a rischio per età e patologia, saranno usati quelli. Se poi ci trovasse in una fase solo con AstraZeneca sarebbe plausibile farlo ai fragili. E’ preferibile utilizzare il vaccino negli under 55, perché sulle persone nelle fasce di età più anziane ci sono meno dati.

Leggi anche: Vaccino contro il Covid-19: il via libera dell’UE

Vaccino anti-covid AstraZeneca: quando arriva in Italia

Il vaccino di AstraZeneca dovrebbe arrivare in Italia nella settimana tra l’8 e il 14 di febbraio, circa 430mila dosi, e poi in quella successiva 660 mila. Altre consegne saranno fatte a marzo e aprile per un totale di circa 3,4 milioni di dosi. Le Regioni difficilmente lo useranno per gli anziani, viste le raccomandazioni Aifa; il vaccino di AstraZeneca arriverà in fiale da 10 dosi, che dovranno essere poi separate con le siringhe.

Vaccino anti-covid AstraZeneca: i dati

La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia del farmaco ha dato il via libera per tutte le fasce di età, cioè ha seguito la stessa strada di Ema, l’agenzia regolatoria europea. Ha però scritto delle raccomandazioni nelle quali si indica, tra l’altro, di utilizzare il vaccino negli under 55, perché sulle persone nelle fasce di età più anziane ci sono meno dati. L’azienda infatti nei suoi studi clinici ha arruolato un numero più basso di anziani; spetterà ora al ministero e alle Regioni inserire nella campagna vaccinale il nuovo strumento anche seguendo le linee dettate dall’agenzia.

Non perderti: