Hi-Tech

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Ricerca su Google: i risultati più assurdi che potete trovare

RICERCA SU GOOGLE: I RISULTATI PIU’ ASSURDI CHE POTETE TROVARE. Se ci pensate bene il concetto che sta dietro a Google e in generale a tutti i motori di ricerca, ovvero la disponibilità quasi infinita di informazioni alla portata di un semplice click, potrebbe causare una crisi di onnipotenza. Invece, quando facciamo una ricerca su Google raramente ci sbizzarriamo, anzi. Stando alle statistiche la maggior parte delle persone cerca il proprio nome, foto di celebrità più o meno vestite, indirizzi dei ristoranti. Evidentemente tutto ciò è noto anche alle stessa Google, la quale nel corso del tempo non solo ha introdotto tanti servizi aggiuntivi alla semplice ricerca testuale, ma ha anche regalato tanti spunti utilissimi per tutti coloro che ogni tanto hanno voglia di (come dire?!?) cazzeggiare.



GOOGLE: LE SORPRESE DEL MOTORE DI RICERCA. D'altro canto tutti sanno che negli uffici dell'azienda l'attività principale è il rimpallo continuo di scherzi e battute dal mattino alla sera – giustificato come brainstorming – e quindi perché non sfruttare questa vena creativa per arricchire il serioso motore di ricerca? Ecco allora pronta per voi la lista cose più strane che potete chiedere a Google di cui non eravate a conoscenza.

  • Se volete assistere all'effetto della gravità sul vostro browser digitate “google gravity” e poi selezionate I'm feeling lucky: il primo risultato provocherà la caduta di tutte le barre.
  • Se invece siete in vena di giravolte fate lo stesso con “google sphere”: ecco vorticare tutti gli elementi della tradizionale homepage di Google.
  • Già che ci siamo: provate semplicemente a cliccare su “I'm feeling lucky”, vi ritroverete in una pagina con tutto l'archivio di doodle pubblicati in passato.
  • Nel caso in cui abbiate la necessità di vedere le cose da un'altra prospettiva scrivete “do a barrell roll” e la pagina ruoterà su se stessa.
  • Avete bisogno del lancio di un dado o di una monetina per qualche gioco o scommessa? Ecco che Google vi viene in soccorso: cercate “roll a dice” e “flip a coin” rispettivamente e potrete beneficiare di tale servizio.
  • Ancora più utile in caso di esercizi fisici, cucina o quant'altro possa essere collegato alla registrazione del tempo trascorso è la funzione di cronometro di Google che potete attivare digitando “stopwatch” o “timer”.
  • Se invece vi sentite nostalgici dei bei vecchi tempi informatici andati provate un po' a scrivere “Google in 1998”: vi ritroverete a utilizzare il layout ormai quasi ventennale. È per caso una lacrima silenziosa quella che vi riga il viso?
  • Stufi del vecchio logo di Google? Digitando “webdriver torso” la scritta si trasforma ciclicamente in una serie di quadrati e rettangoli colorati, un po' alla Mondrian.
  • In caso di improvvisa voglia di retrogaming, invece, non c'è niente di meglio che scrivere “atari breakout” per ritrovarvi nella versione Google del vecchio Arkanoid, il gioco in cui dovete distruggere dei mattoncini rimpallando una pallina senza farla cadere. Altro videogioco disponibile è quello di Pac Man, per il quale dovrete ovviamente scrivere “google pac-man”.
  • Se poi anche voi siete stati contagiati dalla mania per Star Wars dovete sapere che a Google hanno giocato d'anticipo. Provate a digitare “a long time ago in a galaxy far far away” e vedrete scorrere i risultati della ricerca come se fossero gli iconici titoli di testa della saga, con font giallo su sfondo spaziale.
  • Smarriti, confusi o un po' depressi? In cerca del significato della vita? Chiedetelo a Google scrivendo “answer to life the universe and everything": il risultato, visualizzato sulla calcolatrice, è 42 (si tratta di una citazione del libro Guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams).
  • Se la risposta vi ha lasciato più depressi di prima ecco un modo per tirarvi su. Cercate “who is the cutest” seguito dal click su “I'm feeling lucky”, e partire un video all'insegna dell'autostima.

Commenti

Commenta Ricerca su Google: i risultati più assurdi che potete trovare.
Utilizza FaceBook.