Giornata della Terra 2018: consigli utili

Save the date: il 22 e il 23 aprile si terrà la Giornata della Terra, questa festa si celebra ogni anno dal 1970. Si tratta della celebrazione della Terra in cui viviamo, una sorta di manifestazione ambientale con lo scopo di tutelare il nostro pianeta e trovare il modo di salvaguardare le risorse naturali che la terra ha messo a nostra disposizione. Non è solo l’Italia a festeggiare questa giornata, sono coinvolti altri paesi, per la precisione in totale sono 192 e hanno un obiettivo comune, salvaguardare il Pianeta terra organizzando eventi ed iniziative di sensibilizzazione. Le problematiche che rischiano di compromettere il pianeta sono al centro del dibattito e riguardano l’inquinamento delle acque e dell’aria, il surriscaldamento globale e lo sfruttamento ed esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Non perderti: Giornata della Terra 2018: temi svolti, film e riflessioni

Giornata della Terra 2018: cosa possiamo fare per salvarla?

Anche il Papa, all’inizio dell’anno, si è espresso in merito a questa problematica che sta, inesorabilmente, minacciando il Pianeta e con esso anche i suoi abitanti presenti e futuri; ecco le sue parole: “Occorre affrontare, in uno sforzo congiunto, la responsabilità di lasciare alle generazioni che seguiranno una Terra più bella e vivibile. Bisogna adoperarsi, alla luce degli impegni concordati a Parigi nel 2015, per ridurre le emissioni di gas nocivi nell’atmosfera e dannosi per la salute umana. E’ un segno di speranza per il nostro travagliato mondo”. Tra i paesi coinvolti, le Nazioni Unite si sono riuniti a New York per firmare un nuovo accordo sul clima e per parlare dell’altra questione legata alle emissioni globali di gas serra. Anche noi, nel nostro piccolo, possiamo fare qualcosa per tutelare l’ambiente, come? Possiamo fare davvero tante cose: prestare particolare attenzione alla raccolta differenziata, al risparmio dell’acqua, un bene comune di cui non tutti possono godere facilmente, evitare, quando si può, di prendere la macchina e spostarsi, invece, o a piedi o in bicicletta.

Giornata della Terra 2018: attenzione all’alimentazione

La causa di tutto non è che l’uomo che è, anche, l’unico che può porre rimedio. Sono davvero tanti i rifiuti che invadono mari e oceani, c’è un forte inquinamento da petrolio e gas fossili, i terreni sono invasi da prodotti chimici dannosi che finiscono ogni giorno sulle nostre tavole. Da alcune ricerche è emerso che la produzione di carne e latte contribuisca al deterioramento della terra causando emissioni di gas serra, perdita di fertilità del terreno e deforestazione. Provate a ridurre il consumo di carni e latticini, provate ad assumerne una o due volte a settimana, e inizierete a notare benefici innanzitutto sul vostro corpo e poi anche nel nostro amato Pianeta.

Giornata della Terra 2018: la Green Generation

Siamo sempre più numerosi e consapevoli e ci facciamo carico, nel nostro piccolo, delle problematiche che affliggono il nostro pianeta, tanto che si è superato oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è così che si è diffusa l’affermazione della “Green Generation”, che guarda e vuole un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali. Di questa generazione fanno parte anche alcuni vip, il primo nome che ci viene in mente è quello dell’attore Leonardo di Caprio che usa tutti i mezzi a sua disposizione per appoggiare questa lotta e lo fa diffondendo ogni tipo di notizia tramite i social network.