DPCM del 18 ottobre 2020: bar, ristoranti e assembramenti

Dopo tanta attesa, nella serata di domenica 18 ottobre 2020 Giuseppe Conte intorno alle ore 21:30 ha fatto una conferenza stampa per parlare del nuovo DPCM firmato nella stessa giornata. Nei giorni scorsi ci sono state numerose indiscrezioni in merito al futuro dei bar e dei ristoranti, parlando addirittura di coprifuoco alle 22:00. In realtà la chiusura resta confermata a mezzanotte (con riapertura possibile alle 5), tuttavia ai tavoli non saranno permesse più di sei persone. Al bancone non si può bere da dopo le 18:00, quindi da quell’ora fino a mezzanotte è possibile solo il servizio al tavolo. I sindaci potranno decidere di chiudere però alcune vie della movida.

DPCM del 18 ottobre 2020: tutte le novità dopo la conferenza di Conte

DPCM del 18 ottobre 2020: scuole

Per la scuola primaria o dell’infanzia le lezioni si devono svolgere in presenza, mentre per quanto riguarda le istituzioni scolastiche di secondo grado ci possono essere delle forme flessibili, comprese le lezioni da remoto a distanza, complementari a quelle in presenza, gestendo però l’orario di ingresso o di uscita. L’ingresso non può avvenire prima delle 09:00 e possono essere istituiti dei turni pomeridiani.

Potrebbe interessarti anche:

DPCM del 18 ottobre 2020: mezzi pubblici

Uno dei punti deboli di questo anello è proprio quello dei trasporti pubblici, visto che sui social ancora appaiono foto di metro e di autobus colmi di gente. Prima di limitare ancora di più la capienza di questi mezzi, prima bisogna capire gli effetti dello smart working potenziato e dello scaglionamento degli ingressi della scuola di cui vi abbiamo parlato in precedenza. Ci saranno ulteriori provvedimenti nei prossimi giorni?