13 Reasons Why 2 Prima Puntata: l’avvertimento

Thirteen Reasons Why alias Tredici è tornato: prima di partire con il riassunto della prima puntata delle storie degli amici (ma non troppo) di Hannah Baker vi volevamo avvertire che i video delle puntate della seconda stagione iniziano con un monito importante, non guardare la serie se si stanno vivendo esperienze adolescenziali delicate ma soprattutto ricorrere all’aiuto di uno psicologo o di un adulto. Tutto ciò è stato reso indispensabile dall’enorme ondata di proteste per la messa in onda di argomenti tanto delicati. Ora che le questioni complesse si sono esaurite partiamo con il riassunto della prima puntata, buona lettura!

Leggi anche:

13 Reasons Why 2 Prima Puntata: riassunto

La nuova trama si riapre a 5 mesi dal suicidio di Hannah Baker e nessuno dei protagonisti si aspettava davvero di arrivare a processo per i fatti venuti a galla grazie a Clay Jensen. Il dolce ragazzo della porta accanto ha iniziato una nuova storia con Skye ma non solo continua a pensare ad Hannah, la sua fidanzata continua anche a tagliarsi portandogli alla memoria terribili ricordi e oltretutto nessuno vuole chiamarlo a testimoniare a processo (provocandogli un enorme senso di frustrazione). A scuola, intanto, gli atti di bullismo (in particolare contro Alex sopravvissuto al suicidio) proseguono come se nulla fosse e Bryce si comporta come se non dovesse preoccuparsi di nulla. Si scopre anche che Jessica si era allontanata da scuola per un po’ e Bryce in sua assenza ha fatto credere a tutti che fra di loro c’era stata una storia e che lo stupro era in realtà un atto sessuale consensuale. A processo si rivivono altri episodi dell’esistenza di Hannah Baker tramite dei flashback delle persone che l’avevano conosciuta: ecco che si scopre, per esempio, che Tyler Down era segretamente innamorato di Hannah e il suo comportamento è stato in parte condizionato dai suoi sentimenti non corrisposti e che d’altro canto aveva sorpreso una sera la ragazza ha chattare e scattarsi foto sexy; si scopre anche che Tony non era assolutamente privo di colpe, anzi nasconde un importante segreto. Nel frattempo nella scuola iniziano a circolare minacce nascoste nei confronti di chiunque abbia intenzione di raccontare davvero come sono andate le cose.

Leggi anche: