Latina di Emma Marrone: uscita

Dallo scorso venerdì 28 agosto è disponibile in radio e nei digital store “Latina“, il nuovo atteso singolo di Emma Marrone, scritto per lei da Dario Faini, Edoardo D’Erme e Davide Petrella con la produzione di DRD aka Dardust. La cantante salentina presenterà il brano per la prima volta live al pubblico il 2 settembre all’Arena di Verona durante i Seat Music Awards 2020 in diretta in prima serata su RAI 1. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Latina di Emma Marrone: testo e significato

Latina di Emma Marrone: significato

“È stato molto divertente e intenso lavorare con questi due giovani registi, Andrea e Lorenzo dei Bendo, e insieme in questo video abbiamo tirato fuori le parti più ironiche e anche quelle più dolci di me – ha dichiarato la Marrone in merito alla canzone – Era da tanto tempo che non mi sentivo così libera e così sicura nel voler esprimere quello che provo veramente in questo momento della mia vita. Voglio ridere e far sorridere la gente, perché la musica serve anche a questo”.

Latina di Emma Marrone: testo

Ecco il testo ufficiale di “Latina” di Emma Marrone:

Anche se ora mi guardi

sono solo una voce

ho passato un’altra estate a innamorarmi di te.

 

Uscirei dalla radio

per sfiorarti la pelle

sono solo una canzone me lo hai detto anche tu.

 

E io non ti capisco, è così

mi vuoi latina ma non me lo dici

suona un vecchio disco, è così

mi hai fatto odiare da tutti i tuoi amici

adesso portami via

che più mento e più mi ami

sì ma portami via

o mi scorderai domani.

 

Per baciarti le labbra

non mi basta la voce

ma ho bisogno che tu ti ricordi di me

che mi canti per strada

e mi porti dove la paura non c’è

per baciarti le labbra

non ti basta chiamarmi per nome

tutta la vita o una notte per te

sono solo una canzone

sono solo una canzone.

 

Perché a me non ci pensi

come fossi un sospiro

quella volta che mi hai detto il motivo sei tu

e anche se ora mi guardi

resto solo una voce

soffi sopra una candela

e non mi senti più.

 

Adesso è buio pesto, è così

le stelle sono le stazioni

e ci corro dentro, è così

meno male se la porta il vento questa malinconia

che più mento e più mi ami

ma ora portami via

o mi scorderai domani.

 

Per baciarti le labbra

non mi basta la voce

ma ho bisogno che tu ti ricordi di me

che mi canti per strada

e mi porti dove la paura non c’è

per baciarti le labbra

non ti basta chiamarmi per nome

tutta la vita o una notte per te

sono solo una canzone

sono solo una canzone.

 

E adesso dove sei

io sono qui dentro la radio

e ancora non so come mai

mi cerchi in un’altra se sono qui

mi maledirai.

 

Per baciarti le labbra

non mi basta la voce

ma ho bisogno che tu ti ricordi di me

che mi canti per strada

e mi porti dove la paura non c’è

per baciarti le labbra

non ti basta chiamarmi per nome

tutta la vita o una notte per te

sono solo una canzone

sono solo una canzone

sono solo una canzone

sono solo una canzone

sono solo una canzone