Peggiori password del 2018

Le password sono molto importanti per proteggere i propri account da attacchi esterni. Gli hacker potrebbero impossessarvi dei vostri profili, ma anche persone al vostro fianco potrebbero trovare le vostre password per spiarvi e tenervi sotto controllo. Impostare una password sicura è fondamentale nel momento di creazione di un account. L’ideale sarebbe quello di scegliere parole complicate, formate anche da numeri, maiuscole e caratteri speciali; senza dimenticare che non bisognerebbe usare la stessa password per più di un profilo. Eppure c’è chi al momento di creazione di un account sceglie una password semplice da ricordare, oppure chi si dimentica di cambiare quella già preimpostata. Ecco allora la classifica delle peggiori password del 2018!

Peggiori password del 2018: la classifica

Peggiori password del 2018: la classifica

Uno studio condotto da SplashData ha analizzato oltre cinque milioni di codici segreti prendendoli dagli archivi dei tanti leak che negli ultimi mesi hanno colpito tantissime piattaforme online. Il quadro che emerge è davvero preoccupante: molti utenti continuano a scegliere password che chiunque potrebbe indovinare al primo colpo, come ad esempio la propria data di nascita o il proprio nome.

Leggi anche:

SplashData ha così stilato la classifica delle 100 peggiori password utilizzate nel 2018. Analizziamo le prime dieci al primo posto troviamo “123456”, mentre al secondo c’è “password”. E ancora al terzo posto abbiamo 123456789; al quarto 12345678; al quinto 12345; al sesto 111111; al settimo 1234567; all’ottavo una parola estremamente comune, “sunshine”; al nono “qwerty”, e al decimo l’intramontabile “iloveyou”. Una menzione speciale va alla 23esimaposizione con “donald”, probabilmente un riferimento all’attuale presidente degli Stati Uniti; alla 44esima c’è “abcdef”, alla 63esima “computer” e alla 75esima “banana”.