Sull’utilità di indossare la mascherina a scuola, peraltro uno dei pochi luoghi nei quali, ancora, questa è obbligatoria essendo ormai diventata facoltativa praticamente ovunque, non sono in pochi ad avere dubbi. Tra questi c’è anche Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute che, ospite di ‘Un Giorno da pecora’ su Rai Radio1, ha dichiarato chiaramente il proprio parere sfavorevole a quest’ultima. “A scuola la mascherina è inutile. Un ragazzo ha molte più chance di infettarsi fuori dalla scuola che dentro. La scuola è un posto sicuro”. Siamo sicuri che non sia il solo a pensarla così.

La mascherina a scuola è inutile

Ed ha aggiunto:

“Sono favorevole all’addio alle mascherine. Basta. È stata utile. Ma con la circolazione attuale, soprattutto quella osservata nell’ultima settimana e il calo cospicuo dei ricoverati, non serve”.

In realtà non è il solo ad essersi espresso in tal senso: anche il Professore Matteo Bassetti, professore presso l’università di Genova e direttore della clinica di malattie infettive e tropicali dell’Ospedale San Martino di Genova ha fatto sentire la propria voce. Lo stesso ha infatti dichiarato che, ad oggi, non vi sia nessuna giustificazione razionale dal punto di vista scientifico all’utilizzo della mascherina a scuola e al non utilizzo obbligatorio in vari altri ambiti simili.

Non essendo obbligatoria presso i ristoranti o nel corso di attività sportive è veramente difficile spiegare ai ragazzi il motivo per il quale dovrebbero tenerla addosso in classe quando per il resto della giornata non lo fanno. Ancora di più se si pensa come gli altri paesi europei abbiano affrontato diversamente la questione eliminando l’uso della mascherina a scuola oramai da molto tempo.

Un ragazzo ha molte più chance di infettarsi fuori dalla scuola che dentro

Eh già, basterebbe indossarla solo nel momento in cui ci sia un effettivo rischio di contagio o nelle situazioni a rischio. Ma a scuola così come in tutti gli altri luoghi nei quali la mascherina non è più obbligatoria per scongiurare ogni pericolo piuttosto che tenerla su senza una effettiva necessità. Come lo stesso Sileri ha aggiunto, lo stato attuale delle cose ce lo consente. Anche in vista di una possibile recrudescenza che, secondo le previsioni, potrebbe verificarsi in autunno, per via della circolazione virale con Omicron 2 o altra variante. Non ci dovrebbe essere nessuna chiusura, restrizioni così tanto dure dovrebbero fare parte del passato.

Leggi anche: