Il 16 giugno prossimo avranno inizio gli esami di maturità: grande protagonista anche nel 2021 sarà l’elaborato. Quest’ultimo costituirà il punto di partenza del colloquio orale. Ma quali saranno gli argomenti sui quali verterà e quali le scadenze ad esso correlate? E’ importante sapere come, a tale “tesina”, verrà attribuita grande importanza in ambito di valutazione. Un po’ come la coronazione del proprio percorso di studi. Scopriamo nel dettaglio cosa dice a riguardo l’ordinanza ministeriale per l’esame di stato per la scuola secondaria pubblicata dal Ministero dell’Istruzione.

Leggi: Maturità 2021: Bianchi, no scritti ma elaborato e orale

Elaborato maturità 2021, argomenti

Iniziamo dagli argomenti. Questi saranno scelti dai consigli di classe, ma non arbitrariamente. Verranno, cioè, favorite le inclinazioni di ogni singolo studente, anche sulla base del percorso di studi effettuato nell’anno scolastico appena concluso e, ovviamente, delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi. Queste ultime potranno essere integrate con materie trasversali e con esperienze extra scolastiche dell’alunno. Come si fa? L’elaborato potrà assumere diverse forme che andranno a rispecchiare i differenti indirizzi scolastici, ed avrà ad oggetto le discipline caratterizzanti l’indirizzo scolastico. Dovrà essere “ad esse coerente, integrato, in una prospettiva multidisciplinare, dagli apporti di altre discipline o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente, e dell’esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi.

Elaborato di maturità 2021, date

Come dicevamo in apertura, all’elaborato saranno legate un paio di date. La prima è il 30 aprile 2021, giorno nel quale il consiglio di classe assegnerà agli studenti l’argomento da trattare nella loro “tesina”. Come recita l’ordinanza:

“l’’argomento è assegnato a ciascun candidato dal consiglio di classe, tenendo conto del percorso personale, su indicazione dei docenti delle discipline caratterizzanti, entro il 30 aprile 2021”.

Lo studente avrà l’obbligo di consegnarlo entro il 31 maggio 2021 trasmettendolo per posta elettronica. Qualora ciò non avvenga, il candidato sosterrà ugualmente l’esame sull’argomento assegnatogli (anche se la mancata ricezione verrà tenuta in conto). Gli studenti avranno a disposizione un mese durante per dedicarsi alla redazione del proprio compito, mese nel quale potranno contare anche sul supporto di un insegnante di riferimento scelto dal consiglio di classe e al quale verrà affidato un gruppo di allievi.

Leggi anche: