Una scuola senza materie da studiare? Sembra un sogno per tutti gli studenti, ma in realtà non è così bello come sembra. Ovviamente non avere materie (che spesso possono risultare noiose) non significa non studiare più, ma studiare in maniera diversa, ossia con temi specifici. Potrebbe essere una vera e propria rivoluzione per l’insegnamento.

È questa la proposta dell’Associazione Nazionale Presidi, visto che in questo modo più che aumentare la dose di conoscenza di uno specifico argomento, si aiuterebbe a capire come un fenomeno possa essere studiato da più punti di vista.

Questa novità avrebbe dei pro, ma anche dei contro: gli insegnanti dovrebbero trovare un approccio sperimentale per comunicare con gli studenti, senza dimenticare che sarà necessario l’utilizzo di mezzi informatici come computer e tablet per fare ricerche. Diventerà realtà?