Mangiare la Foglia: cosa significa l’espressione

L’espressione ‘mangiare la foglia‘ è molto utilizzata nel linguaggio comune ma spesso non è chiaro il suo significato. La locuzione viene usata soprattutto in discorsi più complessi ed impegnativi e si usa per indicare un interlocutore che ha l’abilità di carpire il significato più nascosto e sottinteso di una frase. In parole semplici, chi ‘mangia la foglia’ è colui che riesce ad andare oltre il significato palese dell’argomento leggendo tra le righe il contenuto che si vuole davvero esprimere e intuendo, quindi, anche le cose non dette esplicitamente.

Leggi anche:

Mangiare la Foglia: la tradizione omerica

Alla locuzione ‘mangiare la foglia’ si agganciano diverse interpretazioni antiche. La più gettonata è quella che risale ad un passo dell’Odissea di Omero. L’episodio in questione vede Ulisse  prigioniero dell’isola della maga Circe: l’eroe greco si rende conto del segreto che permette alla maga di trasformare gli uomini in bestie e, per evitare che la maledizione si abbatta anche su di lui, decide di mangiare una foglia donatagli dal Dio Ermes. Tale foglia lo renderà immune dalla magia di Circe e, così, riuscirà a sopravvivere e a continuare il suo viaggio.

Mangiare la Foglia: le altre interpretazioni della locuzione

Oltre alla spiegazione legata alla tradizione omerica, esistono altre espressioni da cui sarebbe nata la locuzione ‘mangiare la foglia’. In primis l’espressione potrebbe riferirsi all’abitudine dei bachi da seta di assaggiare le foglie per verificarne la commestibilità, ma anche all’antica usanza dei pastori di controllare l’erba dei pascoli in cui facevano mangiare le loro bestie assaggiandola prima per valutarne la qualità. Secondo un’altro punto di vista si fa riferimento alle abitudini degli animali da pascolo che, inizialmente, bevono solo latte materno per poi iniziare a crescere mangiando erba e foglie. Lo step della maturità sarebbe, quindi, associato al cambiamento di abitudini alimentari: allo stesso modo l’uomo che ‘mangia la foglia’ avrebbe acquisito una maturità tale da capire anche i messaggi sottintesi di un discorso.