Punteggio Minimo Test Architettura 2020: cosa sapere

Saranno difficili le domande ufficiali del test di architettura che si svolgerà, quest’anno in date diverse, entro il 25 settembre? Cerchiamo di capire meglio qual è il punteggio minimo per entrare ad Architettura e tutto quello che c’è da sapere a riguardo. Continuate a leggere per saperne di più…!

Leggi anche:

Test Architettura 2020 punteggio minimo per entrare in graduatoria

La prima cosa da sapere è che per entrare in graduatoria occorre totalizzare un buon punteggio: in caso contrario non ci sarà niente da fare e bisognerà pensare subito ad un piano B. Quest’anno non ci sarà la graduatoria unica nazionale, per cui ogni università procederà in autonomia nella pubblicazione delle graduatorie. L’obiettivo è quindi raggiungere un punteggio abbastanza alto, magari anche dando un’occhiata a cosa è successo gli anni passati. Visto che quest’anno le domande sono 40 (non più 60), il punteggio massimo che si può totalizzare è di 60 punti: quindi, per essere sicuri di potersi immatricolare, l’ideale sarebbe riuscire ad arrivare almeno a 30 punti.

Punteggio minimo Test Architettura: quanto totalizzare per immatricolarsi?

E allora, qual è il punteggio minimo da raggiungere per essere sicuri di potersi immatricolare? Il consiglio che vi diamo è di dare il massimo e cercare di ottenere un punteggio più alto possibile, così da non avere problemi ed essere abbastanza sicuri. In ogni caso, possiamo dare uno sguardo a ciò che è successo gli anni passati, anche se quest’anno le cose sono cambiate. Il 2016 è stato un po’ anomalo, in quanto i test sono stati molto semplici e il punteggio minimo è salito alle stelle, mentre nel 2017 e nel 2018 è stato un po’ più basso; nel 2015 il punteggio minimo è stato di 24,3 punti.

Test architettura 2020

Tieni d’occhio le nostre guide per rimanere aggiornato sulla prova: