Soluzioni Test Scienze della Formazione Primaria 2018: domande e risposte esatte

La prova di Scienze della Formazione Primaria, ricordiamo, insieme a Professioni Sanitarie, costituisce un’eccezione, in quanto nonostante la data unica nazionale e alcune regole a cui bisogna attenersi, per il resto vi è assoluta autonomia da parte degli atenei. Dunque, per quanto riguarda le soluzioni, dovremo attendere notizie da parte delle università e non controllare il sito dell’Accesso Programmato in cui si troverà invece il plico con le risposte esatte degli altri test d’ingresso.

Scopri di più sulle domande:

Test Scienze della Formazione Primaria: le domande

Innanzitutto, facciamo un riepilogo veloce su ciò che riguarda la prova. Riguardo alla formulazione delle domande gli atenei hanno completa autonomia, ma devono rispettare le direttive del Miur riguardanti numero di domande e argomenti da trattare. Le domande dovranno essere 80 e i candidati avranno 150 minuti per rispondere:

  • 40 quesiti su competenza linguistica e ragionamento logico
  • 20 quesiti su cultura letteraria, storico-sociale e geografica
  • 20 quesiti di cultura matematico-scientifica

Ogni risposta esatta vale 1 punto, mentre ogni risposta non data o sbagliata viene valutata 0 punti. Ricordiamo inoltre che vengono valutate anche le competente linguistiche secondo il seguente schema:

  • B1, 3 punti
  • B2, 5 punti
  • C1, 7 punti
  • C2, 10 punti

Test Scienze Formazione Primaria 2018: domande e risposte esatte

Gli atenei hanno autonomia anche nella pubblicazione delle soluzioni: il plico con domande ufficiali e risposte corrette verrà infatti pubblicato sul portale delle università secondo tempi e modalità diversi. Dunque, per sapere quando verranno pubblicate le soluzioni non dovete fare altro che dare un’occhiata al bando o chiedere direttamente all’ateneo: controllando subito le risposte esatte infatti potrete farvi un’idea del punteggio ottenuto e capire se siete riusciti ad entrare in graduatoria oppure no. Anche i risultati verranno pubblicati in maniera autonoma e, visto che non è prevista una graduatoria unica nazionale, ogni università provvederà a stilare una propria graduatoria nominativa secondo tempistiche e modalità diverse. Noi, in ogni caso, seguiremo tutte le fasi in diretta, quindi, non appena avremo notizie da parte degli atenei, vi aggiorneremo con tutte le novità!

Per saperne di più: