Quali sono i tipi di turismo in Italia? Nella Giornata Internazionale del Turismo – che si celebra oggi , 27 settembre – ecco le classificazioni principali e il periodo di maggior affluenza per ogni tipologia. I tipi di turismo in Italia sono diversi. Il bel paese è una delle mete preferite non solo dai viaggiatori italiani, sempre pronti a scoprire le bellezze del territorio, ma anche e soprattutto dai turisti stranieri che la prendono d’assalto ogni anno.

La diversità del turismo assicura che ci sia qualcosa da fare per tutti: tale settore può assumere mille sfumature diverse, ed ogni turista ha delle preferenze, o degli stimoli, che lo spingono a sperimentare qualcosa di nuovo quando decide di mettersi in viaggio.

Leggi: Lavoro nel turismo: i ruoli più richiesti, le competenze e stipendi medi

Tipi di turismo in Italia

Le tipologie di turismo, nuove e non, come quello sostenibile, sono numerose, e non c’é un confine netto tra di loro, alcune comprendono caratteristiche incluse parzialmente in altre. Scopriamo quelle che l’Italia offre: sono tante ed è per questo che il nostro paese dovrebbe puntare di più su questo settore!

Turismo balneare

L’Italia può contare su diverse località che si affacciano sul mare e propongono ai turisti spiagge meravigliose, prese d’assalto soprattutto in estate, anche se persino in primavera possono riservare gradevoli sorprese. Il turista balneare è quello che cerca lo stretto contatto con la spiaggia, facendone il principale motivo di vacanza. L’Italia è ricca di mete balneari: Sardegna, Sicilia, Puglia, Emilia Romagna, Toscana (e potremmo continuare all’infinito).

I diversi tipi di turismo in Italia

Turismo montano

Tanto mare in Italia, ma anche tante montagne, da vivere sia in inverno, per tutti gli amanti dello sci e degli sport invernali, sia in estate, per lunghe passeggiate all’aria aperta. Il turismo montano è il flusso di gente che si reca nelle località di montagna o sciistiche. Tra quelle più gettonate della nostra penisola ci sono Breuil –Cervinia, in Valle d’Aosta; Passo Tonale, in Trentino-Alto Adige; Sestriere in Piemonte.

Turismo lacuale

E’ il turismo in riva al lago, dove campeggiare, fare sport, semplicemente riposare potendo contare su tutti i benefici della natura. Consigliabile in estate e in primavera. I tour nei laghi d’Italia sono meno conosciuti rispetto a quelli effettuati presso le località balneari, ma negli ultimi anni sono riusciti ad accontentare chi ama abbinare vacanze romantiche e itinerari naturalistici. Tra le mete preferite ci sono Lago di Garda e al Lago di Como, Lago Maggiore.

Turismo verde

L’Italia è ricca di parchi, di riserve naturali, di località rurali, di località di campagna dove rilassarsi a stretto contatto con la natura. Le destinazioni rilassanti e non convenzionali hanno iniziato ad interessare particolarmente i turisti. Tra le mete che suscitano curiosità ci sono San Gimignano, Castellana Sicula, Camigliatello Silano, Cogne e Amatrice.

I diversi tipi di turismo in Italia

Turismo termale

Tutto l’anno possiamo contare su terme e località termali, in strutture o immerse nella natura, che sapranno rimetterci al mondo e anche curare diverse malattie. Chi dice turismo termale in Italia, dice Montecatini Terme. Ma non è la sola meta di chi vuole approfittare delle terme: Abano Terme, Cortina d’Ampezzo e Bibione Terme sono tra queste insieme a Chianciano Terme, Montepulciano e Terme di Stabia.

Turismo culturale

Arte, monumenti, storia, cultura: il nostro paese è preso d’assalto tutto l’anno da turisti italiani e stranieri pronti a rimanere senza parole! Non a caso, il turismo culturale in Italia è una miniera d’oro. Ma, data la grandissima percentuale di patrimonio artistico a livello mondiale non potrebbe essere altrimenti. Basti pensare solo a città quali Firenze, Venezia, e Roma.

Turismo scolastico

Non solo da parte degli studenti italiani: da tutto il mondo vengono in Italia per rimanere a bocca aperta di fronte alle città d’arte o agli itinerari naturalistici che il nostro paese ospita. Il turismo scolastico è inteso come strumento di aiuto e supporto all’apprendimento dello studente. Tale forma di turismo fa riferimento in particolar modo ai viaggi d’istruzione che costituiscono, a differenza delle visite guidate, vere e proprie esperienze turistiche.

Turismo religioso

Ospitiamo il Vaticano, che è una delle mete più gettonate per chi arriva in Italia. Ma anche tantissime altre città famose per santi, chiese, abbazie, conventi e molto altro ancora. Da tutto il mondo, ogni giorno, arrivano migliaia di fedeli per visitare le mete e gli itinerari religiosi più prestigiosi. Assisi, Padova, San Giovanni Rotondo ne sono l’esempio.

Turismo congressuale

Una tipologia di turismo professionale, da tenere in considerazione, soprattutto nelle grandi città. Già, perché tra gli elementi di successo di questo tipo di turismo vanno considerati i collegamenti nazionali e internazionali, gli aeroporti e una rete viaria e ferroviaria veloce e sicura. Le strutture congressuali italiane sono di altissimo livello: si trovano principalmente a Roma, Firenze, Milano e Torino.

I diversi tipi di turismo in Italia

Turismo sostenibile

C’è un nuovo tipo di turismo che, oramai da qualche anno, si è affermato nel campo dei viaggi. Si tratta del turismo sostenibile. Questo  può essere definito come il turismo che tiene conto dell’impatto ambientale, economico e sociale, anche di quello futuro, rispondendo alle esigenze dei clienti, dell’industria, dell’ambiente e delle comunità ospitanti.  Valle d’Itria, Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio, Pantelleria, Sennes, Navelli sono tra le mete da non sottovalutare.

Turismo enogastronomico

Nella patria della buona cucina potevamo non includere questa tipologia di turismo? I piatti e i vini che tutto il mondo ci invidia spingono, ogni anno, milioni di viaggiatori a visitare l’Italia. Secondo le recenti classifiche, l’interesse degli italiani – e non – per il viaggio a tema food cresce: l le destinazioni preferite sono la Sicilia, l’Emilia Romagna e la Campania.

Leggi anche:

Via | Zanichelli