Finalmente ci siamo, è tempo di partire: se sei alla tua prima esperienza con le vacanze estive in campeggio, ecco 10 consigli utili per organizzarle al meglio e non lasciare nulla al caso. Già, perché anche se l’idea di una vacanza in tenda è allettante per molti, non è così bucolica come si potrebbe pensare. Alcuni aspetti non si possono lasciare al caso. Che tu abbia deciso di trascorrere una vacanza in tenda al mare o di fare campeggio anche solo per una notte, ti diamo alcune dritte indispensabili.

Vacanze in campeggio, 10 consigli per organizzarle al meglio

Leggi: Dove andare in Campeggio in Italia: idee e consigli

10 consigli utili per le vacanze in campeggio

  1. Fai una lista di tutto quello che pensi ti servirà. Ovvero tutte le attrezzature, gli accessori, i vestiti ed il resto. Controlla bene la tua lista prima di partire.
  2. Occhio agli orari: scegli il mattino per arrivare in campeggio o al massimo il pomeriggio ma mai (e sottolineamo mai) la sera. Altrimenti dovrai montare la tua tenda al buio ed in fretta (e non è l’ideale, fidati).
  3. Se ti appoggerai ad una struttura, ricordati di prenotare per tempo, ma non sceglierne una a caso. Informati bene sui servizi, sulle condizioni igienico sanitarie (importanti come non mai in questo periodo) e sulle regole.
  4. Se ti sposterai autonomamente, invece, tieni conto che non potrai montare la tenda ovunque ti piaccia. Dunque, prima di pensare a come organizzare una piazzola campeggio, ricordati di verificare le condizioni della zona nella quale vorresti soggiornare (potresti incorrere in multe molto molto salate).
  5. Sia nel primo che nel secondo caso, ricordati di valutare il posto nel quale la monterai: non fiondarti sul primo libero, potrebbe esserci una ragione per la quale lo è. Magari perché troppo rumoroso o perché particolarmente esposto ai raggi del sole.
  6. Non esagerare con le dimensioni della tenda. Anziché sulla grandezza, punta sulla qualità ed in particolare sul fatto che abbia il fondo rinforzato in modo da concederti di dormire sonni più o meno tranquilli (senza avvertire rami o sassi sotto la schiena).
  7. Se hai deciso di fare campeggio libero, cerca di non posizionarti troppo vicino a correnti d’acqua, fiumi o avvallamenti: se piove, ti ritroverai immerso in una pozza d’acqua (sensazione non esattamente piacevole durante la notte). Non posizionarla neanche sotto un albero da cui possano cadere resina, noci o pigne.
  8. Importantissimo è il sacco a pelo. Non ne va bene uno qualsiasi: sceglilo in base alla stagione per evitare di sentire troppo freddo o troppo caldo.
  9. Metti nel bagaglio una torcia; non dimenticare un fornelletto, una padella e qualche piatto e bicchiere di plastica con annesse posate. Non dimenticare un kit di primo soccorso per piccole ferite, come un disinfettante, qualche cerotto ed un analgesico. Ed ancora corda, coltellino tascabile e pompa ad aria per gonfiare il materassino che ti sarai portato dietro.
  10. Metti nel bagaglio dei prodotti contro gli insetti (le zanzare in primis) con annessa zanzariera per la tenda stessa.

Potrebbe interessarti: