Cashback di Natale: cosa sapere

In questi ultimi giorni abbiamo molto sentito parlare di cashback; voi avete scaricato l’applicazione, sapete in cosa consiste e come funziona? Se non avete le giuste informazioni in merito, siete capitati nel posto giusto al momento giusto; oggi, infatti, vogliamo parlarvi proprio di questo. Si tratta di un’iniziativa presa dal governo per aiutare l’economia andando incontro ai negozianti e ai consumatori vista la delicata situazione che tutti stiamo vivendo a causa del covid19. Non vogliamo rimanere sul vago, quindi rimanete con noi e scopriamo cos’è il cashback e come funziona. 

Cashback di Natale: cos’è

Probabilmente per chi conosce la lingua inglese non sarà difficile interpretare questo termine: cash vuol dire contanti e back indietro. Si presume, quindi, che sia qualcosa che riguarda il denaro e come farlo tornare indietro. Non è una magia, il cashback è un’iniziativa messa in campo dal Governo per incentivare i pagamenti non in contante attraverso un sistema di restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato cashless, adesso nel mese di dicembre ma poi a regime nell’arco di un semestre. Stiamo parlando, quindi, di incentivi ai pagamenti elettronici, una delle priorità su cui l’attuale Governo sta concentrando le proprie attenzioni.

Cashback di Natale: come funziona

Il cashback di Natale è partito l’8 dicembre e si concluderà il 31 dicembre 2020 dovrebbe incentivare gli acquisti nei negozi fisici per le feste In questa fase, sarà necessario effettuare almeno 10 operazioni cashless e sarà riconosciuto il 10% di rimborso, fino a un massimo di 1.500 euro, il rimborso sarà quindi di massimo 150 euro. Ogni operazione di pagamento sarà considerata fino ad un massimo di 150 euro.  Questo primo cashback sarà accreditato a febbraio 2021 sull’Iban indicato al momento dell’adesione all’iniziativa.