L’incredibile Hulk, a marzo il fumetto n. 750

E’ verde, grosso ed arrabbiato, ma non temete è dalla nostra parte: il suo nome è HULK. I suoi salti chilometrici e la sua forza sovrumana ci sbalordiscono da sempre e quest’anno a marzo si arriverà ad un importante traguardo della Marvel: verrà distribuito il fumetto numero 750, vale a dire il numero 33 dell’ultima serie Immortal Hulk. In attesa di leggere le nuove avventure di Hulk, scopriamo insieme qualcosa sul film.

Scopri di più: L’Incredibile Hulk (2008): recensione e curiosità

L’incredibile Hulk, il film (2008)

Lo scienziato Bruce Banner, nel film del 2008, è interpretato dall’acclamatissimo Edward Norton. Ne “L’Incredibile Hulk” la storia prosegue dopo le vicende narrate nel primo film, sono passati degli anni ma Bruce è ancora alla ricerca di una cura che possa annientare gli effetti provocati dalle radiazioni gamma che avevano avvelenato le sue cellule, dandogli la possibilità di far uso di una forza illimitata scatenata dalla rabbia. Costretto a rimanere nell’ombra e lontano dalla donna che ama, Betty Ross (Liv Tyler), Banner cerca di sfuggire in tutti i modi a coloro che vogliono mettere le mani sul suo enorme potere, primo fra tutti il Generale Thunderbolt Ross (William Hurt), pronto a tutto per raggiungere il suo obiettivo, tanto da creare un mostro di pari capacità: Abominio.

Recensione L’incredibile Hulk

Questa nuova pellicola si presenta a metà strada tra un sequel e un restyling del precedente capolavoro di Ang Lee, si nota però l’abbandono dell’eccessiva introspezione del protagonista e una maggiore attenzione posta sulle scene di azione e di distruzione, rendendosi molto più attinente alla storia del fumetto. Nel film, oltre all’ormai immancabile cammeo con il mitico Stan Lee, si notano le apparizioni di Lou Ferrigno, l’Hulk della famosa serie tv, e di Robert Downey Jr. nei panni di Iron Man, piccolo accorgimento che rende l’opera un vero e proprio crossover cinematografico fra i supereroi dell’universo MARVEL. Era stata garantita anche la comparsa di Capitan America, la cui scena è stata però tagliata per scelta del regista Louis Leterrier (“The Transporter”, “Danny The Dog”) ed inserita nell’edizione DVD. Secondo esperimento di produzione autonoma per la Marvel, dopo il successo di “Iron Man”, Il film può vantare un budget di realizzazione di circa 125.000.000 $, e nel primo giorno di uscita negli USA ne aveva già incassati 18. Stessa sorte ha avuto in Italia, uscito invece il 18 giugno 2008, dove ha eguagliato gli incassi del rivale “E venne il giorno” di M. Night Shyamalan.