La Paranza dei Bambini: il film italiano in corsa per l’Orso d’Oro

La Paranza dei Bambini“, diretto da Claudio Giovannesi, uscirà nelle nostre sale il prossimo 13 Febbraio. Si tratta dell’unico film italiano in concorso alla 69esima edizione del Festival di Berlino che si tiene a partire dal 7 al 17 Febbraio. Il lungometraggio è tratto dal best seller di Roberto Saviano che, insieme al regista e a Maurizio Braucci, ha partecipato alla stesura della sceneggiatura. Si tratta dei titoli più attesi dell’anno e già le prime indiscrezioni lo ritengono come uno dei papabili vincitori dell’Orso d’Oro a Berlino.

Leggi anche:

La Paranza dei Bambini: trama e trailer

Il film “La Paranza dei Bambini” è ambientato nel 2018 a Napoli, specificatamente nel Rione Libertà. I protagonisti sono sei quindicenni interpretati da giovani attori non professionisti: Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ e Briatò. La banda di adolescenti, muniti di scooter, pistole semiautomatiche e AK47, hanno solo voglia di riscattarsi dalle loro condizioni precarie e cominciano la loro corsa al potere nel quartiere. Il loro unico obiettivo è quello di diventare ricchi e potenti quindi, senza temere né il carcere né la morte, si trasformeranno in veri criminali senza rendersi conto dei pericoli e dei sacrifici da affrontare. Il trailer è disponibile su Youtube.

La Paranza dei Bambini: romanzo

Il film “La Paranza dei Bambini” di Claudio Giovannesi è tratto dal best seller omonimo di Roberto Saviano. Si tratta del terzo romanzo dello scrittore, pubblicato nel 2016 da Feltrinelli, ed è il primo libro interamente di finzione dell’autore anche se si ispira fortemente alla realtà della camorra napoletana degli anni 2010. Nel testo i protagonisti sono dieci ragazzi napoletani, provenienti da Forcella e da Ponticelli, che faranno la loro ascesa nel mondo della camorra. La banda, attratta dal desiderio di potere e denaro, utilizzerà il crimine e la violenza per raggiungere i propri obiettivi ma si renderà presto conto di come una vita del genere porterà solo a sangue e morte.