La verità sul caso Harry Quebert miniserie: ci sono differenze tra la serie e il libro?

La miniserie La verità sul caso Harry Quebert è ispirata all’omonimo romanzo di Joel Dicker. Quando si decide di scrivere la sceneggiatura di una serie tv, che è arrivata prima al pubblico sotto forma di romanzo e che quindi viene appresa leggendola, il senso di responsabilità è forte in quanto non si vogliono deludere le aspettative del pubblico e, soprattutto, dello scrittore e di conseguenza del romanzo da cui si è presa ispirazione. Ad interpretare questa storia tra il cast spiccano Patrick Demspey attore che interpreta Quebert e Ben Schnetzer nel ruolo di Marcus Goldman, ex allievo di Quebert.

La verità sul caso Harry Quebert: la trama

La storia che viene narrata nella miniserie è quella raccontata dalla penna di Joel Dicker nell’omonimo romanzo. Il protagonista è Harry Quebert, un rispettato professore universitario, che in passato aveva rappresentatouna vera e propria icona della letteratura mondiale grazie al successo del suo capolavoro “Le origini del male”. La sua vita cambia radicalmente quando, tornato a Maine Quebert decide di aiutare il suo pupillo, Marcus Goldmann, a ritrovare l’ispirazione per il suo prossimo romanzo. Proprio in quei giorni viene ritrovato il cadavere di una donna nella sua proprietà, la donna era Nola Kellergan scomparsa più di 30 anni prima in circostanze da chiarire e con la quale Quebert aveva stretto una relazione nell’estate del 1975. Accanto al corpo della ragazza viene ritrovato anche il manoscritto del suo romanzo più famoso. L’accusa che gli viene fatta è di omicidio e di occultamento del cadavere e, a cercare di difenderlo e ad aiutarlo a scagionarsi, interviene Goldman che, per farlo, compirà delle azioni di cui presto si pentirà.

La verità sul caso Harry Quebert: differenze tra la miniserie e il libro

Quando ci si trova di fronte ad un film o ad una serie tv che prende ispirazione da romanzi, ci si chiede sempre se si sia rimasti fedeli o se vi siano delle differenze tra i due prodotti. Dal momento che la serie tv è stata trasmessa per la prima volta il 20 marzo su Sky Atlantic e sono andati in onda solo i primi due episodi, siamo in grado di fare semplicemente una breve riflessione, aspettando la fine per poterci esprimere liberamente e senza dubbi. La prima differenza che salta agli occhi riguarda i dialoghi tra i protagonisti che nel libro sembrano essere più curati, mentre nella serie appaiono a volte troppo didascalici e poco emotivi e i protagonisti più stereotipati e ingozzati di cliché.