Nel film “Febbre da cavallo”, Gigi Proietti interpreta Bruno Fioretti, soprannominato Mandrake: alcune battute rese celebri dall’artista sono passate alla storia. Di sicuro hanno fatto sganasciare dal ridere migliaia di italiani. Eccone 7 da ricordare, per sorridere dedicando un pensiero a Gigi Proietti, che ha fatto grande la storia dello spettacolo italiano.

Leggi: Frasi Gigi Proietti: 10 da non dimenticare

7 battute di Mandrake rese celebri da Gigi Proietti

  1. “Ooh a Mandrake, ma ‘ndo vai, al Polo Norde?” “A Manzotì, io anderò al Polo Nord, ma tu devi annà a fanculo!” (Bruno Fioretti, alias Mandrake)
  2. “A Pomà, c’hai ‘na faccia…!”, “Sì, se ce n’avevo due già stavo all’università… sotto spirito!” (Dialogo tra Mandrake e Armando Pellicci, ‘Er Pomata’ interpretato da Enrico Montesano)
  3. “Mandra’, sarvate! Sta a arriva’ mi’ sorella!”, “Ammazza, è peggiorata eh!”, “E come faceva a migliora’? Je puzzava er fiato già quanno c’aveva tre anni…faceva scappa’ le bambole! Mo ce n’ha cinquanta…è diventata peggio de ‘na bomba biologica!”(Dialogo tra Mandrake e ‘Er Pomata’)
  4. “C’ho certi cazzi Mafa’ che manco tu che sei pratica li hai visti mai!” (Mandrake)
  5. “Figlio di puttana!”, “Ah, ah, lassa perde pora mamma.” (Dialogo tra Mandrake e Gabriella, interpretata da Catherine Spaak)
  6. “Lei è in contravvenzione perché venendo dalla 4° zona centro e invertendo la marcia a U nel settore preferenziale BZA adibito a traffico locale, si incanalava nel 5°settore P esclusivo per i giorni dispari, e convergeva in una zona mercato… tassativamente vietata al traffico, soprattutto dopo le severissime disposizioni pedonali, e contravveniva a più riprese aglli articoli: 1,2,13,35,26,1959,54 e 11 del codice della strada!! Sono 47.500£… me pare!” (Mandrake)
  7. “Se io quando perdo mi sento un po’ in colpa per cui mi scatta questo complesso di colpa e…. che colpa ne ho?” (Mandrake)

Chi è Mandrake, il personaggio interpretato da Gigi Proietti

Mandrake è il soprannome di Bruno Fioretti, il personaggio interpretato da Gigi Proietti nel film “Febbre da Cavallo”. Nella pellicola veste i panni di uno di tre amici (gli altri due interpretati da Enrico Montesano e Francesco De Rosa) con la passione per le scommesse ippiche per investire sulle quali cedono spesso a stratagemmi al fine di racimolare qualche spicciolo.  Il fatto di non essere particolarmente baciati dalla fortuna li porta ad indebitarsi per sovvenizionare tale “costoso” interesse, tra mille risate (… le nostre). 

Leggi anche: