Muhammad Ali di Marco Mengoni: uscita

Da venerdì 5 aprile 2019 sarà in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Muhammad Ali“, il nuovo singolo di Marco Mengoni estratto da “Atlantico”, l’ultimo disco di inediti recentemente certificato doppio platino con oltre 40 milioni di stream su Spotify e Apple Music.

Muhammad Ali di Marco Mengoni: uscita, testo, significato

Muhammad Ali di Marco Mengoni: testo

Succede di sincronizzare due battiti
Questione di attimi o di eternità
Che la paura di restare da soli si misura tra il tempo e la pubblicità
Succede che non conto più fino a cento
Ha ragione l’istinto prima di parlare
E come sto menomale sto
Bene o male mi conosci
Succede sempre di sbagliare indirizzo
Di cambiare una strada e rimanere a piedi
Che tutto quello che sogniamo la notte
Si misura tra gli occhi e quello che non vedi
Succede che ti svegli ogni mattina
E il tuo più grande nemico ti sorride allo specchio
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni
Ad incassare la vita sul ring
In piedi come Muhammad Ali
Siamo tutti Muhammad Ali
Qui si vince o si perde in un attimo
Siamo tutti Muhammad Ali
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni
Succede sempre dopo di ogni tempesta
L’aria non è la stessa e forse neanche tu
Che proprio quando vuoi dimenticare
Ti innamori di nuovo e non ci pensi più
Succede ogni volta che ho il coraggio di uscire in tempo
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni
Siamo tutti Muhammad Ali
Qui si vince o si perde in un attimo
Siamo tutti Muhammad Ali
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni
Ad incassare la vita sul ring
In piedi come Muhammad Ali
Da sempre, da sempre
Si vince o si perde da sempre
Da sempre, da sempre
Siamo tutti Muhammad Ali
Qui si vince o si perde in un attimo
Siamo tutti Muhammad Ali
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni
Ad incassare la vita sul ring
In piedi come Muhammad Ali
Siamo tutti Muhammad Ali
E come sto menomale sto
Bene o male tutti i giorni, hm

Muhammad Ali di Marco Mengoni: significato

Si tratta di un racconto, una dedica al mitico pugile ed un incitamento a prenderlo come simbolo. È una delle canzoni più up del disco, che parte con un tappeto vocale armonico realizzato ed arrangiato in prima persona proprio dallo stesso Mengoni, che riprende i canti dei guerrieri della tradizione Masai per i preparativi alla caccia. I cori ritornano per tutto il pezzo, tra synthwave e suoni elettronici che catturano l’ascolto e infondono energia. La scelta di Muhammad Ali come protagonista è proprio per ambire a fortificarci e a trasformare ogni problema in una grande opportunità.