Nightflyers: tutte le info sulla serie tv targata Netflix

L’1 febbraio è ufficialmente sbarcata su Netflix, in lingua italiana, la serie tv Nightflyers ispirata ad un racconto di fantascienza del 1980 scritto da George R.R.Martin autore della saga di romanzi da cui l’HCBO ha preso ispirazione per la fortunata serie, Il trono di Spade, di cui attendiamo con ansia l’ottava e ultima stagione tra qualche mese. Ma torniamo alla nostra serie, l’avete vista? Ne avete sentito parlare? Se non lo avete ancora fatto, ci pensiamo noi, oggi, a presentarvela parlandovi nel dettaglio della trama, del cast e di come finisce. Andiamo.

Da non perdere: Catalogo Netflix: come richiedere i titoli mancanti

Nightflyers: la trama della serie TV

La prima stagione della serie è composta da dieci episodi e segue l’avventura nello spazio di otto scienziati anticonformisti e di un telepatico con grandi capacità, che viaggiano a bordo della navicella spaziale ‘Nightflyer’. Il gruppo di otto scienziati è partito con un obiettivo, quello di trovare forma di vita aliene, entrarci in contatto e studiarle accuratamente; ovviamente durante il viaggio gli otto scienziati andranno incontro a eventi inaspettati e drammatici che metteranno a dura prova la missione e la stessa vita degli scienziati. Tutti questi eventi, misteriosi e inquietanti, finiscono col mettere in pericolo la missione e anche le certezze dell’equipaggio che, da lì a poco, li porteranno a dubitare gli uni degli altri portando quindi, inevitabilmente, a rendere la missione ancora più difficile.

Nightflyers: il cast

Gli attori che interpretano i membri dell’equipaggio sono: Eoin Macken nel ruolo di Karl D’Branin, David Ayala nei panni di Roy Eris, Jodie Turner-Smith interprete di Melantha Jhirl e Angus Sampson nella parte di Rowan, Thale interpretato da Sam Strike, Lommie Thorne interpretata da Maya Eshet, Auggie interpretato da Bryan O’Byrne e, per finire, Dr. Agatha Matheson interpretata da Gretchen Mol.

Nightflyers: come finisce

Sulla Nightflyers sono rimasti Mel, Thale, Rowan e Auggie che devono trovare il modo per far ripartire la nave e, per farlo, sono costretti a spegnere i motori. All’interno della nave, in un minuto, le temperature calano a picco sotto lo zero mettendo così in pericolo l’equipaggio che, per far fronte al freddo, si unisce sotto coperte termiche mentre le luci della nave si spengono. D’Branin si trova sulla scialuppa, riesce ad avvicinarsi ai Volcryn, e si trova su quella che è la terra; in questa realtà alternativa l’uomo si rende conto che la figlia è ancora viva, che lo sta aspettando ed è felice di rivederlo. Nel frattempo, nello spazio, la sua scialuppa galleggia e di lui non si hanno più tracce.

Leggi anche: Novità Netflix: le migliori serie che vedremo nel 2019

(Foto: courtesy of Netflix)