Coma_Cose presentano Nostralgia

Nostralgia” il nuovo disco dei Coma_Cose in arrivo venerdì 16 aprile 2021 per Asian Fake/Sony Music: si tratta di un viaggio alla scoperta di ambientazioni e tematiche nuove, tradizionalmente assenti o trascurati dalla musica leggera. Ogni melodia è una pagina e ogni brano un capitolo della storia di rivalsa di Francesca e Fausto; una storia che li ha visti passare dalla rassegnazione di dover dire addio alla musica, al riuscire a renderla il proprio mondo. La loro è una favola dai protagonisti improbabili che nell’attimo in cui si ritrovano a lavorare come commessi decidono di non rinunciare alla propria fiamma, la loro passione per la musica e con un percorso umano ed artistico si sostengono l’un l’altro fino al palco dell’Ariston (Fiamme negli Occchi è diventato disco d’oro ed è stata tra le canzoni più apprezzate del 71esimo Festival di Sanremo).

Nostralgia dei Coma_Cose: la conferenza stampa

Coma_Cose: la conferenza stampa

L’album è stato presentato con una conferenza stampa virtuale su Zoom che si è svolta nella mattinata di mercoledì 14 aprile 2021. “Il disco si chiama così perché racchiude tutto il concept dell’album infatti parla della nostra nostalgia in maniera molto intima e racconta le nostre storie prima che ci conoscessimo. Ha un punto di vista singolo come scrittura, è un disco diverso dal solito, c’è un sound, un tipo di scrittura che si discosta dal passato. Siamo da poco reduci dall’esperienza di Sanremo che è stata una deviazione del nostro percorso ed è stato importante, anche perché la canzone che abbiamo portato è stata accolta bene dal pubblico, dalle radio. Il disco è molto concentrato, infatti sono solo sei canzoni e un outro, una piccola rivoluzione fare un disco oggi così breve, perché non si vedono dei dischi così concentrati”, ha dichiarato Francesca.

Leggi anche:

“È un disco sospeso in cui abbiamo raccontato non l’anno trascorso, ma questa sospensione che stiamo vivendo. Tra i temi troviamo appunto trovarsi in una situazione di mezzo in cui la fragilità si fa sentire. C’è tanta intimità che abbiamo cercato di salvaguardare, di racchiudere in queste canzoni diverse tra loro. Ogni brano è un piccolo viaggio musicale e testuale. Il brano di Sanremo è la pennellata più pop, più solare, all’interno di un quadro che racconta tutte le fasi che viviamo ogni giorno nella nostra vita”, le ha fatto eco Fausto.

PH. Mattia Guolo