Nuovo singolo Ex-Otago: “Questa notte”

Da qualche giorno è in rotazione radiofonica e sulle piattaforme digitali “Questa notte”, il nuovo singolo degli Ex-Otago prodotto da Garrincha Dischi ed INRI e distribuito in licenza da Polydor/Universal Music Italia. In questa canzone il gruppo cambia approccio, il synth e la cassa dritta che ci hanno accompagnati durante l’estate con il brano “Tutto bene” lasciano spazio a un suono più caldo e acustico, che meglio racconta la storia di un amore che gli stessi componenti della band presentano così: “Una notte lunga una storia d’amore, tutto accade al buio, sotto ad un lampione. Gioia e dolori di una coppia come tante altre sempre unica, sempre incredibile, sempre difficile. Cosa fai questa notte? L’unica frase possibile per ipotizzare un nuovo inizio o una straordinaria continuazione”.

Nuovo singolo Ex-Otago: testo, dichiarazioni, concerti

Nuovo singolo Ex-Otago: concerti

Insieme al nuovo singolo sono stati annunciati anche i primi concerti realizzati in collaborazione con Magellano Concerti, live che li vedranno impegnati a partire dal prossimo 30 marzo da Torino (Teatro della Concordia) per poi proseguire a Firenze (31 marzo – Obihall), Padova (4 aprile – Gran Teatro Geox), Milano (5 aprile – Fabrique), Senigallia (6 aprile – Mamamia), Bologna (9 aprile – Estragon), Roma (10 aprile – Atlantico), Bari (12 aprile – Demodè). I biglietti per le date del tour sono già disponibili su Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati.

Nuovo singolo Ex-Otago: testo

Se ripenso alle prime sere
L’amore, il sesso e le prime cene
E non lo so cosa sia successo
Un gran casino dentro di me
Se m’immagino un sostantivo
Per descrivere quello che provo
Un frutto rosso, un labirinto
O non esisto o forse non c’arrivo

Tu sei come una foresta per me
Ma io son solo un albero
Vicino a te
Una frittata, una meraviglia
Ma io son solo un albero
Vicino a te

Cosa fai questa notte?
Per il resto chi se ne fotte
Dove vai questa notte?
Per il resto chi se ne fotte

Mi ricordo le tue Combat nere
Che portavi tutta l’estate
La porta aperta, le nostre parole
Portate in giro dalle lucciole

E qualche volta ci inseguivamo
Senza afferrarci, senza un motivo
Ci prendevamo per il culo
Io come sempre ero troppo serio

Tu sei come una foresta per me
Ma io son solo un albero
Vicino a te
Una frittata, una meraviglia
Ma io son solo un albero
Vicino a te

Cosa fai questa notte?
Per il resto chi se ne fotte
Dove vai questa notte?
Per il resto chi se ne fotte

Amore disperato
Prende a pugni e lascia senza fiato
Amore disperato
Da solo, fradicio
Pur sempre l’unico