X-Factor 2019: i giudici della nuova edizione

La tredicesima edizione di X-Factor, il talent show musicale che è ormai un appuntamento fisso del palinsesto di Sky, riguardo ai giudici si è completamente rinnovata. L’unica riconferma è Mara Maionchi, la produttrice discografica che è ormai una veterana del programma. A parte lei, i giurati della scorsa edizione hanno detto addio al talent show: parliamo di Manuel Agnelli, Fedez e Lodo Guenzi che in corso opera aveva sostituito Asia Argento. A sostituirli saranno altri tre pezzi grossi del mondo musicale: la cantautrice Malika Ayane, il frontman dei Subsonica Samuel e la star del trap Sfera Ebbasta. Per il nono anno consecutivo la conduzione è affidata ad Alessandro Cattelan che, da questa stagione, ha anche il ruolo di creative producer dello show.

Leggi anche:

X-Factor 2019: biografia e carriera di Samuel

Una delle novità assolute della giuria della prossima edizione di X-Factor è sicuramente Samuel, cantautore e frontman dei Subsonica. Nato a Torino nel 1972, Samuel Umberto Romano forma i Subsonica nel 1996 insieme a Davide Dileo, conosciuto con lo pseudonimo “Boosta”, e Max Casacci, componente del gruppo reggae Africa Unite. Nel giro di pochi anni la band si impone nel panorama della musica italiana, sopratutto grazie alla sua capacità di importare in Italia i suoni moderni dell’elettronica in voga all’epoca in Gran Bretagna. Samuel ha all’attivo ben otto album con i Subsonica, tra cui l’ultimo uscito pochi mesi fa. Nell’arco della sua carriera il cantante ha lavorato anche come solista, oltre a fondare il progetto parallelo dei Motel Connection e a collaborare con molti artisti celebri tra cui Giuliano Palma, Chiara e gli Afterhours.

Leggi anche:

X-Factor 2019: le dichiarazioni di Samuel

La presenza di Samuel all’interno della giuria di X-Factor sta regalando delle inaspettate sorprese al programma. Il cantante, che come Manuel Agnelli era stato sempre lontano dal mondo televisivo, ha accettato questa proposta con un obiettivo specifico così come lui stesso ha dichiarato: “A X-Factor mi piacerebbe accendere i riflettori sulla musica che amo, fatta non solo di belle voci, ma anche di suoni di ricerca e di contenuti da raccontare, dedicando un’attenzione particolare agli autori e non solo ai cantanti. È una sfida, una scommessa, dalla quale sento che potrò ricevere anche nuovi stimoli ed energie creative”.