Contratti di lavoro: quello che dovete sapere

Entriamo insieme nel mondo del lavoro e andiamo a scoprire quali sono i contratti di lavoro previsti e quali sono le differenze esistenti tra le varie tipologie. Anche se alcuni di voi non hanno mai lavorato, è importante che conosciate tutte queste informazioni in modo da essere pronti e preparati per qualsiasi evenienza. Ovviamente le varie tipologie differiscono tra loro per orario di lavoro e retribuzione, ma rimanete con noi, siamo qui per condividere con voi tutto ciò di cui siamo a conoscenza. Iniziamo subito col vedere le varie tipologie per poi soffermarci sulle differenze.

Contratti di lavoro: le tipologie

Come vi abbiamo già accennato, esistono diversi tipi di contratto che implicano delle differenze tra essi, vediamoli uno per uno:

  • Contratto a tempo determinato: si tratta di un contratto da lavoro dipendente o subordinato che ha un inizio e una fine già stabiliti. La durata massima di tale contratto è di 36 mesi, al contrario non esiste la durata minima;
  • Contratto a tempo indeterminato: il contratto di lavoro a tempo indeterminato è una forma di rapporto di lavoro; per mezzo di esso il lavoratore si impegna a prestare lavoro a tempo indeterminato, cioè senza vincoli di durata stabiliti;
  • Contratto di lavoro part time: è un contratto di lavoro subordinato il cui orario, anziché coincidere con quello ordinario, risulta ridotto; i lavoratori con contratto part time hanno comunque gli stessi diritti dei dipendenti a tempo pieno, ma in proporzione alla quantità di lavoro prestata;
  • Contratto apprendistato: è una forma lavorativa finalizzata alla formazione e successiva occupazione dei giovani, con questa forma contrattuale i giovani possono lavorare e proseguire contemporaneamente gli studi con la prospettiva di inserirsi nel mondo del lavoro dopo aver conseguito il titolo di studi;
  • Contratto di stage: E’una formula di inserimento in azienda, prevede diritti e doveri per il lavoratore e per l’azienda, anche per quanto riguarda lo stipendio;
  • Contratto di somministrazione: è un contratto di lavoro nel quale esiste un intermediario tra il datore e il lavoratore.

Contratti di lavoro: differenze tra le varie tipologie

Le differenze sostanziali che intercorrono tra queste tipologie di contratti riguardano le ore di lavoro e la retribuzione. I diritti e i doveri del lavoratori sono uguali e rispettati in ciascuna di queste tipologie in quanto i contratti sono previsti proprio per la tutela dei lavoratori che devono avere la costanza di svolgere al meglio il loro lavoro ma devono anche essere tutelati in tutto e per tutto.

Leggi anche: